“MigrArti”: 800mila euro per la cultura dei nuovi italiani

ROMA – Cinema, teatro e musica al servizio dell’integrazione e della conoscenza delle diverse culture che vivono in Italia. Si chiama MigrArti il progetto lanciato dal ministero dei Beni e delle Attivita’ culturali e del Turismo che mette a disposizione 800 mila euro attraverso due bandi, ognuno da 400mila euro, per finanziare progetti legati al cinema e allo spettacolo dal vivo che abbiano al centro le tematiche dell’integrazione e della pluralita’ culturale e che coinvolgano anche le tante associazioni dedicate alla cultura dei ‘nuovi italiani’. Ma non solo, perche’ il progetto avra’ anche un logo speciale creato dagli studenti dei licei artistici e tecnici, ai quali il Mibact, insieme al ministero dell’Istruzione, rivolge il concorso nazionale ‘Un logo per MigrArti’.

“Stiamo recuperando un ritardo dello Stato, perche’ i Comuni che portano avanti queste attivita’ sono tanti, anche se con sensibilita’ diverse”, ha detto il ministro Dario Franceschini presentando l’iniziativa al Collegio romano. “Viviamo il tema dell’immigrazione esclusivamente da un punto di vista difensivo”, ha aggiunto il ministro, ma “non c’e’ nulla di peggio che non apprezzare e non conoscere le diversita’. Questo crea diffidenza e paura. Ci sono tantissime persone che vivono nel nostro Paese, che si sentono italiani, nuovi italiani, ed e’ giusto immaginare uno strumento, attraverso l’arte e la cultura, per poter conoscere il loro cinema, la loro musica, il loro teatro, e perche’ loro possano sentirsi ancora piu’ integrati in un Paese in cui non devono cancellare le identita’ di provenienza, ma portarle in un percorso di arricchimento. È il modo migliore per affrontare la paura della diversita’. MigrArti nasce da questo”. Specificando che il progetto e’ “solo un primo passo” Franceschini ha annunciato anche un censimento di tutte le realta’ culturali delle comunita’ immigrate presenti in Italia.(DIRE)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close