Dopo l’approdo, immagini e parole sui richiedenti asilo in Italia

Settembre 2014. Campobello di Mazara. Foto - Alessandro Sala

Settembre 2014. Campobello di Mazara. Foto - Alessandro Sala

MILANO – C’è molta enfasi sui barconi carichi di migranti che attraversano il Mediterraneo. Ma una volta arrivati, che succede a migliaia di donne, uomini e bambini? “Dopo l’approdo. Un racconto per immagini e parole sui richiedenti asilo in Italia” è un grande reportage su quanto accade in Sicilia, a Roma e Milano. Ci sono i campi d’accoglienza allestiti dalle istituzioni, le abitazioni e gli insediamenti improvvisati, i luoghi di transito come le stazioni e le piazze. Il progetto fotografico e di ricerca è stato realizzato grazie al sostegno di Open Society Foundations, con la collaborazione del Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “Riccardo Massa” dell’’Università di Milano-Bicocca. “La spettacolarizzazione degli arrivi via mare getta, infatti, un’ombra sulle reali esperienze di uomini e donne richiedenti asilo, circondando di silenzio i percorsi che caratterizzano il tempo dopo l’approdo sulle coste italiane -scrivono nella presentazione della ricerca Barbara Pinelli docente di Antropologia dei Processi Migratori della Bicocca e Luca Ciabarri ricercatore in Antropologia dell’Università di Milano -. Un istante d’esposizione mediatica che fa scomparire i soggetti, le loro esperienze e attese sul futuro nelle grida d’emergenza, nei numeri e nelle procedure burocratiche.” Le foto sono state realizzate da Alessandro Sala, Giovanni Diffidenti e Alessio Genovese e sono state raccolte sul sito www.dopolapprodo.com. (Redattore Sociale)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close