Lazio, Olimpiadi della Sicurezza: trionfano studenti di Cassino, Fiano Romano e Ladispoli

La Iris (Ente no-profit), insieme alla Squadra JFox, per il V° anno, ha educato circa 12.000 bambini e ragazzi alla legalità e alla sicurezza coinvolgendo 18 comuni del Lazio e circa 50 scuole. Venerdì 27 maggio al Teatro Brancaccio di Roma, si è svolta la Finale Regionale delle Olimpiadi della Sicurezza (denominate “I Love my City”).  L’evento, patrocinato dalla Regione Lazio, ha visto presenti una selezione di circa 600 bambini e ragazzi dei 12 comuni finalisti, relativi genitori e insegnanti, ma in massa anche gli Amministratori locali e i Dirigenti Scolastici.

(Comunicato Stampa) – Grande festa al Teatro Brancaccio per la sicurezza e la legalità. Dopo il training in classe con i quiz della Squadra JFox (durato mesi), i Campioni comunali di Cassino, Fiano Romano e Ladispoli si sono aggiudicati il Trofeo Regionale della Sicurezza, classificandosi prima, seconda e terza città della Regione Lazio.

Ma non è tutto! Davanti alla platea hanno trionfato anche Aprilia come migliore scuola media, Viterbo come migliore scuola elementare e un istituto comprensivo speciale, quello di “Veroli 2” per il grande lavoro svolto, l’impegno e la passione dei ragazzi che hanno emozionato James Fox. Una serata super emozionante condotta dal nostro presentatore Agente Benny che, alla presenza dell’ing. Luca Marta, Dirigente regionale della Direzione regionale ‘Infrastrutture, Ambiente e Politiche abitative’, ha premiato i Campioni 2016.

La gioia e l’emozione alla Finale Regionale delle Olimpiadi della Sicurezza è stata tanta! Presenti nella sala del Teatro Brancaccio, venerdì 27 maggio, oltre 550 Campioni comunali dei 12 comuni finalisti: Aprilia, Arce, Cassino, Fiano Romano, Ladispoli, Latina, Marcellina, Roma, Sabaudia, Tivoli, Veroli e Viterbo. Sin dalla loro entrata trionfale, si respirava l’euforia e l’eccitazione di partecipare ad un evento così speciale. Tutti pronti e decisi a raggiungere l’obiettivo: trionfare davanti alla platea, portando avanti i valori della sicurezza stradale e della legalità; valori che ispirano James Fox e i suoi Agenti Speciali da anni.

Il percorso è cominciato già da mesi con il training in classe, durante il quale gli Agenti Speciali hanno incontrato i ragazzi, portando loro i “mega”consigli di James Fox, il Superamico della Sicurezza; che da anni si batte per raggiungere il suo sogno di migliorare sempre più le città, renderle felici, vivibili, legali e sicure. Non solo, i ragazzi hanno avuto anche l’occasione di giocare per il Contest della Sicurezza, un “super” quiz con cui i ragazzi hanno giocato in classe e che ha portato i campioni, verso la Finale Regionale.

La serata si è aperta con le bellissime parole dell’ Agente “number one” Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti: “Voglio inviare un grande saluto a tutti i ragazzi. Il vostro grande impegno in questo progetto ci dà un fortissimo segnale di ottimismo. Buon divertimento e in bocca al lupo a tutti i ragazzi che si sfideranno stasera su un campo così importante, come quello della sicurezza”.

Un’altra lettera ha letteralmente fatto commuovere la platea: quella della prof.ssa Maria Falcone, presidente della fondazione “Giovanni e Francesca Falcone”: “saranno le scelte che compirete nel quotidiano che vi renderanno degni cittadini di uno Stato Democratico, quello in cui hanno creduto Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Quindi vi ringrazio di essere qui, siete voi la parte migliore di questo Paese, per cui vale la pena sperare in un futuro migliore”.

Le tre manche di gara hanno tenuto attaccati alle poltrone più di mille persone, tra ragazzi, insegnanti, rappresentanti istituzionali e i genitori. Nel corso delle manche, i Team “Top of the City” accumulavano punti e le città cominciavano a scalare la classifica. L’emozione cresceva sempre di più sotto gli occhi attenti e vigili di James Fox, che nascosto in incognito tra gli invitati in sala, ha seguito tutto il percorso e l’avventura dei piccoli JFriends.

Un grande onore è stato avere l’ing. Luca Marta, Dirigente regionale dell’Area ‘Viabilità, Reti Elettriche e Telematiche’ della Direzione regionale ‘Infrastrutture, Ambiente e Politiche abitative’, in rappresentanza della Regione Lazio che ha dichiarato: “Tra gli elementi relativi alla sicurezza sulla strada, la Regione ha puntato sulla componente umana, quindi sui ragazzi, come quelli presenti oggi, che tra qualche anno guideranno sulle strade. L’obiettivo della Regione attraverso progetti rivolti ai bambini e giovani sulla sicurezza è di azzerare in futuro gli incidenti e la mortalità”.

Al momento della premiazione i ragazzi fremevano sulle poltrone. I primi a salire sul palco, sono stati i campioni delle scuole medie di Aprilia, seguiti da Viterbo che ha trionfato come migliore scuola elementare.

Continuano le premiazioni con il podio di Best City, “Città Campioni della Sicurezza Partecipata”. I primi ad esultare sono stati i campioni di Ladispoli, che hanno raggiunto un bellissimo 3° posto, hanno seguito i giovanissimi di Fiano Romano con un meritatissimo 2° posto e dulcis in fundo… al 1° posto, la città che si è dimostrata più attenta e preparata, che ha riportato i punteggi più alti, è stata: Cassino!!! I campioni comunali tutti sul palco, accompagnati da genitori, insegnanti, dirigenti e istituzioni comunali hanno ricevuto le medaglie e hanno potuto alzare in alto il Trofeo Regionale della Sicurezza.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close