Digiuna per Capodanno. E i soldi che non spende vanno ai senzatetto

FIRENZEProprio nel giorno del cenone, lui sceglie di rinunciare al cibo per il cosiddetto “digiuno della solidarietà” al fianco di tutti quelli che hanno bisogno. Lui si chiama Paolo Coccheri, 70 anni circa, membro della Ronda della Carità di Firenze. Ha deciso che dalle 17 del 31 dicembre alle 20 del 1 gennaio si asterrà totalmente dal cibo, proprio nel momento in cui tanti altri italiani saranno di fronte a tavole imbandite. La somma non spesa per comprare il cibo di fine anno verrà devoluta alla Ronda Umanitaria di Vercelli, che aiuta i senzatetto della città. Un’iniziativa a cui sono invitati tutti i cittadini, così come richiesto dal signor Coccheri, che ripete il digiuno da 22 anni. Un’iniziativa pensata per essere spiritualmente al fianco degli ultimi, soprattutto i senzatetto, quelli che, ogni volta che ricorre una festa, si ritrovano soli, senza casa e senza una tavola apparecchiata sopra cui mangiare. (Redattore Sociale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close