Covid, Ema: “Omicron non è come un’influenza”

fase 2 italia regole

Foto di fernando zhiminaicela da Pixabay

“È chiaro che i richiami sono necessari per rafforzare ed estendere la protezione vaccinale, che si riduce tra i cinque e i sette mesi di distanza dal completamento del ciclo nel caso della variante Delta e più rapidamente nel caso della variante Omicron, ma mancano i dati a favore di una ulteriore dose di richiamo”. Così il capo della strategia per i vaccini dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema) Marco Cavaleri durante una conferenza stampa.

“Ovviamente il caso delle vulnerabili e immunodepresse è diverso, ma ripetere la vaccinazione a breve tempo di distanza dall’ultima dose, presumibilmente ogni quattro mesi, non rappresenterebbero una strategia sostenibile a lungo termine“, ha continuato Cavaleri. In primo luogo, ha continuato l’esperto, la risposta immunitaria “non sarebbe la stessa rispetto a quanto preferibile”, e in seconda battuta una possibilità del genere “aumenterebbe l’esasperazione nella popolazione nei confronti della frequente somministrazione del vaccino”. La migliore ipotesi per passare a uno scenario endemico, ha detto Cavalieri, sarebbe ripetere il richiamo una o due volte e concentrare la sua somministrazione nei mesi più freddi dell’anno.

EMA: “OMICRON MENO VIOLENTA, MA NON È COME LIEVE INFLUENZA

“Omicron sta diventando rapidamente dominante in Europa e, nonostante molti studi dimostrino che questa variante provochi la metà dei casi rispetto alla variante Delta, è da ritenere pericolosa per la sua maggiore trasmissibilità”, ha spiegato Cavaleri. “Bisogna essere consapevoli del carico potenziale che può creare Omicron sui sistemi sanitari e non considerarla semplicemente come una variante che provoca una lieve influenza”, ha continuato, rimarcando come molti studi dimostrino che l’effettuazione di due dosi di vaccino anti-Covid proteggano nel 70 per cento dei casi contro il rischio di ospedalizzazione e che tale percentuale raggiunga il 90 per cento dopo aver ricevuto una dose di richiamo. (Agenzia Dire)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close