Yemen: 122 feriti in un solo giorno per i combattimenti nella città di Taiz

Foto: Medici Senza Frontiere

(Comunicato Stampa) – Dopo intensi combattimenti a Taiz, in Yemen, gli ospedali supportati da Medici Senza Frontiere (MSF) in città hanno ricevuto in un solo giorno 122 feriti, venerdì 3 giugno, di cui la maggior parte erano civili. Altri 12 persone erano già morte all’arrivo in ospedale.

Oggi, mentre i combattimenti continuano, tre bambini feriti appartenenti alla stessa famiglia sono stati portati in ospedale dopo che due missili hanno distrutto la loro casa e ucciso la loro madre. Il padre è ancora disperso. Eventi come questo mostrano l’impatto devastante della guerra contro i civili.

Taiz è sulla linea del fronte del conflitto e subisce attacchi e bombardamenti ogni giorno. In città regna la paura e le persone sono terrorizzate che i loro cari verranno feriti o uccisi.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close