Parigi Cop21, scontri e tensione

(photo credit: Reuters)

PARIGI – Tensione in Place de la République a Parigi dove gruppi di attivisti hanno tentat oun corteo in vista della conferenza sul clima, Cop21, e sono stati fronteggiati dalla polizia, che ha anche sparato alcuni lacrimogeni. La polizia ha anche effettuato alcune cariche. I dimostranti hanno lanciato oggetti e bottiglie di vetro contro gli agenti che hanno comunque evitato lo scontro più pesante. I fermati dopo gli incidenti di questo pomeriggio a place de la République, fra manifestanti “AntiCOP21” e polizia sono un centinaio, rendono noto fonti della Prefettura.

Testimoni a place de la République hanno visto alcuni manifestanti che si scontrano con la polizia utilizzare come ‘proiettili’ o semplicemente togliere di mezzo i tanti omaggi alle vittime degli attacchi del 13 novembre posti attorno alla statua della Marianne. Molti altri militanti, pacifici, si sono adoperati per mettere a posto gli oggetti.

Parigi è blindata per il vertice Cop21 con misure di sicurezza straordinarie e leggi speciali mentre scontinunano le indagini per individuare il super-ricercato Salah, che potrebbe aver raggiunto la Siria. Intanto dilaga nei sondaggi la destra a una settimana dalle regionali nel Paese d’Oltralpe.

Guarda il servizio sul nostro canale YouTube

Stato d’emergenza e leggi speciali,la Francia si blinda – Ventiquattro militanti ambientalisti in libertà vigilata “preventiva” per il pericolo che manifestino durante la conferenza sul clima Cop21, 2.000 operazioni di polizia in due settimane, 1.000 stranieri respinti alla frontiera: è la Francia del dopo-attentati, dello stato di emergenza e delle leggi speciali.E’ nuovamente allarme in Belgio per una borsa abbandonata da cui è fuoriuscita della polvere bianca trovata a bordo di un autobus della linea 14 nella regione di Bruxelles all’altezza della fermata Simonis a Koekelberg. La polvere ha provocato irritazione agli occhi di tre passeggeri e del conducente che si erano avvicinati. Lo riporta Rtl. Lo stesso fastidio è stato accusato da un poliziotto intervenuto. Le forze dell’ordine hanno perimetrato l’area e stanno conducendo gli accertamenti.

Dopo due settimane dalle stragi, in Francia nulla è più come prima, stato d’emergenza e leggi speciali vengono usati anche se non si tratta di combattere il terrorismo. Vietata da ieri anche la vendita nei supermercati e il trasporto di sostanze infiammabili, alcol denaturato, acetone, e di bombolette di gas, tutto “utilizzabile da individui isolati o in gruppo contro le forze dell’ordine”. Nulla a che vedere con il terrorismo, quindi. Ma la Francia ha già comunicato al Consiglio d’Europa la possibile “sospensione” di alcune regole sancite dalla Convenzione europea dei diritti umani. (ANSA)

.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close