“La vita non dipende”, scritta umana allo stadio di Lucca

FIRENZE – Sono stati oltre 1.300 gli studenti che si sono ritrovati stamani allo stadio Porta Elisa di Lucca per realizzare una scritta umana contro le dipendenze “La vita non dipende”. La manifestazione, in linea con il Progetto Salute voluto dal Miur è stata realizzata in stretta collaborazione con il Ministero della Salute, e ha visto la partecipazione anche degli insegnanti che insieme ai ragazzi hanno indossato una maglietta bianca per comporre sul prato la scritta umana “la vita non dipende”.

“E’ stata davvero una grandissima emozione – spiega Pierfranco Severi, presidente della Delegazione Cesvot di Lucca, promotrice dell’evento – Siamo contenti ed entusiasti della grande partecipazione riscontrata. Siamo convinti che grazie ad iniziative come questa riusciamo a toccare concretamente la sensibilità dei giovani che parleranno di quanto successo stamani a tanti loro coetanei. Ci aspettiamo di ripetere un’iniziativa di questo tipo così come auspicato dallo stesso Provveditore perché è in questo modo che contribuiamo a rendere responsabili i giovani su temi come la dipendenza.”

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close