Crotone: inaugurato parco giochi donato dall’Unicef per i bambini del Cara

Pioggia di consensi per la manifestazione celebrata ieri al Regional Hub di Sant’Anna, in occasione dell’inaugurazione della “Barca del sorriso”: il parco giochi a forma di galeone donato dall’Unicef e dal suo ambasciatore a Crotone, Michele Affidato, per tutti i bambini del Centro. L’iniziativa è stata pensata e sostenuta sinergicamente dal Prefetto di Crotone, Cosima Di Stani, dall’Unicef e dal direttore del Regional Hub, Vitaliano Fulciniti.

Ricco e coinvolgente il programma d’intrattenimento che ha animato la manifestazione, contraddistinta da momenti che hanno regalato allegria, alternati ad altri che hanno destato una profonda carica emotiva.

Dopo l’esibizione dei trampolieri e lo spettacolo offerto dal “Teatro della Maruca” (con Angelo e Carlo Gallo e Giovanna D’Alessandro), è stato il momento dei migranti e degli operatori del Regional Hub che non solo hanno recitato filastrocche e poesie (alcune delle quali molto coinvolgenti) ma si sono anche cimentati nel ballo della classica tarantella calabrese. In chiusura si è esibita “l’orchestrina dei bambini” che ha visto protagonisti i piccoli migranti, i quali hanno intonato brevi melodie italiane, con l’ausilio di strumenti musicali messi a loro disposizione.

La realizzazione di quest’area gioco per i bambini è stata fortemente voluta dal Prefetto di Crotone, Cosima Di Stani, dopo una recente visita effettuata nello stesso Centro. “Visitando la struttura – ha spiegato il Prefetto Di Stani – ho notato delle giostrine piuttosto vetuste. Da qui l’idea di pensare e fare qualcosa in più per questi bambini, affinché anche loro potessero riscoprire la bellezza del gioco, che è la modalità con la quale gli stessi bambini approcciano

alla vita”. “Nel nostro piccolo – ha osservato invece Michele Affidato – abbiamo voluto regalare un angolo di pace ai bambini di questo Centro, in ottemperanza alla grande “mission” dell’Unicef che è quella di garantire i diritti a tutti i bambini del mondo”.

“Il nostro obiettivo – ha spiegato il direttore del Centro, Vitaliano Fulciniti – è quello di trasformare il “Cara” in una casa: la nuova filosofia che anima la gestione del Centro mira a far rinascere nei migranti il senso di appartenenza ad un luogo che può e deve diventare la loro nuova casa. In quest’ottica, i nostri sforzi si concentrano, giorno dopo giorno, sull’opportunità di “educare” i migranti al rispetto dell’ambiente che li accoglie, incrementando e valorizzando il senso di autoresponsabilità e autodisciplina”.

L’acquisto del parco giochi installato nella struttura per migranti è stato inoltre reso possibile grazie alla raccolta fondi promossa dalla “Inner Wheel” di Crotone, che ha contribuito a questa iniziativa di beneficienza.

Alla cerimonia di inaugurazione sono inoltre intervenuti: Donatella Intrieri, presidente provinciale Unicef Crotone; Anna Maria Fonti Iembo, presidente regionale Unicef; Chiara Ricci, dirigente nazionale della stessa organizzazione; Maria Teresa Romeo Piscitelli, presidente di “Inner Whell” di Crotone. Alla manifestazione erano inoltre presenti: il comandante della capitaneria di Porto di Crotone, Giuseppe Andronaco; il Colonnello dei Carabinieri, Alessadro Colella; il Colonnello della Guardia di Finanza, Emilio Fiora; il dirigente dell’ufficio immigrazione della Questura, Maria Antonia Spartà; il comandante della 132° squadriglia radar di Crotone, Luca Docimo; il comandante dei vigili del fuoco di Crotone, Antonino Casella; l’onorevole Maria Elisabetta Barbuto; la senatrice Margherita Corrado; il viceprefetto Luigi Guerrieri; il Comandante dei Vigili di Isola C.R., Francesco Iorno; il “Comitato donne” della Città di Cutro; gli amministratori giudiziari della Miser. Icr, Maria Luisa Campise, Alberto Mingrone e Pietro Siragusa; l’amministratore unico della stessa Miser.Icr, Giorgio Sganga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close