Usura ed estorsione, tre arresti a Isola di Capo Rizzuto (KR)

Avrebbero prestato 4.000 euro pretendendo la restituzione di 20.000 con un tasso annuo del 100% per questo tre persone di Isola Capo Rizzuto (Crotone) sono state arrestate dai carabinieri con l’accusa di usura ed estorsione ai danni di un commerciante di Cropani. E’ quanto riporta un l’Ansa. La vittima sarebbe stata minacciata più volte, anche con una pistola. Nel dicembre scorso il commerciante ha deciso di rivolgersi ai carabinieri.

“Le indagini degli investigatori della Compagnia di Sellia Marina e di quelli della Stazione di Cropani – coordinate dai pm di Catanzaro Paolo Sirleo e Domenico Guarascio e dal procuratore Nicola Gratteri – condotte con intercettazioni, pedinamenti e controlli documentali, hanno portato ai domiciliari di Vittorio e Tommaso Raso, di 36 e 22 anni, e all’arresto in carcere di Luigi Raso (61), già detenuto per altra causa” si legge ancora sul sito dell’agenzia di stampa.

I fatti sarebbero da inserire in un contesto ‘ndranghetista visto che i tre, per l’accusa – riporta ancora l’Ansa – sono riconducibili a una famiglia gravitante nell’ambito delle cosche di Isola di Capo Rizzuto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close