Terrorismo, Boko Haram uccide più dell’Isis

ROMA – Il terrorismo uccide sempre di piu’, ma solo in minima parte in Europa o in Nord America. E l’organizzazione piu’ devastante in assoluto non e’ lo Stato islamico ma Boko Haram, gruppo nigeriano che sarebbe affiliato al ‘califfo’ Abu Bakr Al-Baghdadi, ma che opera sin dal 2002 in autonomia. Lo rivela il Global Terrorism Index 2015, pubblicato dall’Institute for Economic and Peace dopo gli attentati di Parigi a partire dalla classificazione di oltre 140.000 episodi.

Lo scorso anno le vittime del terrorismo sono state 32.658, l’80% in piu’ rispetto al 2013. Nel 78% dei casi uccise in Iraq, Afghanistan, Nigeria, Pakistan e Siria, anche se il numero dei paesi dove i morti sono stati piu’ di 500 e’ aumentato da cinque a 11 (con l’aggiunta di Somalia, Ucraina, Yemen, Repubblica Centrafricana, Sud Sudan e Camerun).

La situazione in assoluto in piu’ rapido deterioramento riguarda la Nigeria, dove il numero dei morti causati dal terrorismo (7.512) e’ cresciuto in un anno addirittura del 317%, in gran parte a causa degli attentati di Boko Haram. Questa organizzazione si e’ resa responsabile della morte di 6.644 persone, superando perfino gli alleati di Al-Baghdadi, ai quali nel rapporto sono attribuite 6.073 vittime. Gli esperti dell’Institute for Economic and Peace, un centro di ricerca fondato dall’Universita’ statunitense del Maryland, evidenziano che i paesi piu’ colpiti sono in stragrande maggioranza africani e mediorientali. Nel territorio dell’Unione Europea e in Nord America, dal 2000, attentati dell’11 settembre compresi, le vittime sono state “solo” il 2,6% del totale.

Infine, uno spunto sul nesso tra terrorismo e rifugiati: dieci degli 11 paesi dove nel 2014 i morti sono stati oltre 500 sono anche quelli all’origine del maggior numero di profughi, cosi’ come negli ultimi giorni hanno ribadito i principali leader dei paesi occidentali: una valida risposta a coloro che vogliono attribuire la causa dei recenti attacchi terroristici di Parigi all’emergenza profughi. (Dire-Misna)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close