Siria: ospedale bombardato a Homs, Msf fornisce bilancio vittime

SIRIA – Ha causato sette morti e 47 feriti, l’attacco con barili-bomba messo a segno sabato scorso contro un ospedale della provincia siriana di Homs, sostenuto da Medici senza frontiere (Msf). Lo ha riferito oggi l’ong, secondo cui l’ospedale si trova in “una zona dell’opposizione sotto assedio da parte delle forze siriane.

Sabato scorso, un primo barile esplosivo è stato sganciato da un elicottero su una zona abitata della città di Zafarana, a nord di Homs, uccidendo un uomo e una donna e ferendo altre 16 persone, subito trasportate in ospedale.

“Poco dopo, un altro barile-bomba è stato sganciato nei pressi dell’ospedale… oltre 40 minuti dopo, mentre i feriti della prima bomba venivano trasferiti in ospedale, altri due barili di esplosivo sono caduti proprio accanto all’ingresso principale, uccidendo un passante e ferendo 31 persone tra pazienti e personale medico”, ha riferito Msf. I feriti più gravi sono stati trasferiti in tre ospedali vicini, ma cinque di loro sono morti durante il trasporto. (MISNA)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close