Sciabaca Festival: a Pizzo la kermesse culturale targata Rubbettino

Spettacoli, Dibattiti, mostre, presentazioni, film, concerti… Sciabaca, il festival del viaggio “mediterraneo” organizzato da Rubbettino in collaborazione con la Regione Calabria, il Comune di Pizzo e la Cooperativa Kairos, promette di soddisfare davvero tutti i palati, anche quelli più raffinati.

Per tre giorni (dal 23 al 25) la cittadina napitina sarà il teatro di una riflessione corale e variegata intorno al viaggio nel Mediterraneo.

Con un occhio rivolto al Grand Tour e un altro alle esigenze dei nuovi viaggiatori del terzo millennio, artisti, fotografi, studiosi, operatori sociali si alterneranno intorno a tavoli di discussione e palcoscenici per raccontare quale sia la forza che spinge l’uomo a mettersi in viaggio, sia esso il viaggio mitico di Ulisse o quello delle migliaia di disperati che giungono sulle nostre coste.

Il ricco programma di eventi vedrà un parterre di ospiti di grande livello:

il 23 settembre alle 19,00 si parte con il reading-spettacolo “Omero al faro” basato sull’omonimo romanzo (Rubbettino) di Mimmo Rando;

alle 21:30, la Piazzetta Padiglione ospiterà, a 25 anni dal primo sbarco a Bari della prima nave di profughi albanesi, il grande scrittore albanese Ylljeti Aliçka che, insieme a Goffredo Fofi e Carlo Colloca, presenterà il suo romanzo “Il sogno italiano” appena pubblicato da Rubbettino.

La serata si concluderà con la celebre cantastorie Francesca Prestia che ci farà immergere con i suoi cunti e i suoi canti nelle atmosfere mitiche del Mare Nostrum. Lo spettacolo prevede brani cantati in lingua grecanica, in arbereshe e in yiddish, a memoria e testimonianza delle minoranze linguistiche che hanno vissuto e che vivono nella nostra regione.

Il 24 settembre le guide della cooperativa Kairos attraverso un percorso di urban trekking consentiranno ai partecipanti di assaporare la magia di una Pizzo che non è solo mare ma è anche cultura, paesaggio e arte. Alle 19,30 al Castello Murat un talk show condotto da Gilberto Floriani con Pietro Bartolo, il medico condotto di Lampedusa salito alla ribalta dei media per il suo impegno umanitario a favore dei migranti; Giacomo Panizza, il “prete-coraggio” lametino e lo scrittore Mimmo Gangemi. La serata si concluderà con il concerto dei Nuju nella Piazzetta Padiglione.

Il 25 settembre al Castello Murat un dibattito sul tema “Il viaggio e l’esperienza. Forum e opportunità del turismo di inizio millennio” cui prenderanno parte: Massimiliano Capalbo, il sindaco di Pizzo Gianluca Callipo, l’editore Florindo Rubbettino, il prof. Antonio Viscomi, vice-presidente della Regione Calabria, gli ideatori delle start-up Calabreasy e Viaggiart. Il tutto moderato dalla giornalista Rosalba Paletta.

Alle 21 nella Piazzetta Padiglione, un talk-spettacolo con lo scrittore ambientalista Francesco Bevilacqua dal titolo: “Calabria: mutazione, invenzione, rinascita”, seguito dalla proiezione del pluripremiato film di Gianfraco Rosi “Fuocoammare”. (Comunicato Stampa)

Clicca qui per scaricare il programma completo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close