Rinviato lo stop a macchine per Charlie

Rinviato lo stop alle macchine per Charlie Gard, il bimbo di 10 mesi affetto da una grave malattia genetica degenerativa per cui i Tribunali della Gran Bretagna – e in ultimo anche la Corte europea dei diritti dell’uomo- hanno deciso di porre fine alle cure (considerate accanimento terapeutico) e di staccare la spina. A riportare la notizia è il Daily Mail, lo stesso giornale britannico che stamattina aveva pubblicato la notizia dell’appello accorato fatto dai genitori per chiedere ai medici di portare a casa il loro bambino per farlo morire lì.

Sarebbe stato proprio questo video ad convincere i sanitari a rinviare lo spegnimento dei macchinari che lo tengono in vita, teoricamente fissato per oggi. Portare il piccolo a casa non è possibile, ma i genitori avranno un po’ più di tempo per salutarlo e passare gli ultimi momenti con lui. Sarà fatto nei prossimi giorni. Al Daily mail i genitori dichiarano: “L’ospedale Great Ormond Street oggi ci ha accordato un po’ più di tempo da trascorrere con Charlie. Siamo davvero grati per tutto il supporto avuto dal pubblico in questo momento estremamente difficile. Con il cuore pieno di sofferenza stiamo accumulando preziosi ricordi di cui faremo tesoro per sempre. Per favore rispettate la nostra privacy mentre ci prepariamo a dare l’ultimo saluto al nostro bambino Charlie“.(DIRE)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close