Precipita aereo in Etiopia, 8 italiani tra le 157 vittime

ROMA – Un aereo della Ethiopian Airlines partito da Addis Abeba e diretto a Nairobi, in Kenya è precipitato vicino Bishoftu, nella regione di Debre Zeit, a circa 62 chilometri a Sud-Est di Addis. La compagnia aerea etiope riferisce che a bordo si trovavano 149 passeggeri e 8 membri dell’equipaggio di 36 diverse nazionalità. Lo fa sapere in un comunicato la compagnia di bandiera Ethiopian Airlines.

La Farnesina conferma la presenza di 8 cittadini italiani a bordo del volo Ethiopian Airlines ET302 diretto a Nairobi. L’Unità di Crisi, attivata fin dai primi momenti, rimane in stretto contatto con le famiglie per continuare a prestare loro ogni possibile assistenza.

Il noto archeologo e assessore ai Beni culturali della Regione Siciliana, Sebastiano Tusa, è tra le vittime del volo dell’Ethiopian Airlines precipitato oggi pochi minuti dopo il decollo. La conferma arriva dal presidente della Regione, Nello Musumeci: “Ho appena ricevuto la conferma ufficiale dell’Unità di crisi del ministero degli Esteri – afferma Musumeci nel suo messaggio di cordoglio -. L’assessore Sebastiano Tusa era sull’aereo precipitato in Etiopia. Sono distrutto. E’ una tragedia terribile, alla quale non riesco ancora a credere: rimango ammutolito. Perdo un amico, un lavoratore instancabile, un assessore di grande capacità ed equilibrio, che stava andando in Kenya per lavoro. Un uomo onesto e perbene, che amava la Sicilia come pochi”. Per Musumeci Tusa è stato “un indimenticabile protagonista delle migliori politiche culturali dell’Isola”.

Il premier etiope Abiy Ahmed ha espresso «a nome del governo e del popolo etiope le più sentite condoglianze alle famiglie di coloro che hanno perso i loro cari». (Dire.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close