Migranti, Kyenge: “All’Italia serve un ministero dell’integrazione”

FIRENZE – “All’Italia serve un ministero per l’integrazione”. Lo ha detto l’europarlamentare Cecile Kyenge a margine della cerimonia nazionale del premio cittadino europeo, tenutasi questavenerdì mattina a Villa Salviati a Firenze. Secondo Kyenge, in Italia sul tema immigrazione “serve una cabina di regia fuori da tutti gli altri ministeri, e il ministero per eccellenza sarebbe quello dell’integrazione”, utile “per cominciare a fare politiche” visto che “oggi abbiamo sì buone pratiche, ma serve trasformare queste buone pratiche in una strategia” e per questo “servirebbe un ministero dell’integrazione”.

Quanto sul tema della cooperazione internazionale, su cui il premier Renzi sta criticando l’Unione Europea, Kyenge ha detto: “L’Italia sta facendo tanto per mettere l’Africa al centro e richiamare una maggiore attenzione alle cause profonde che muovono le persone” ma tutto questo “non è sufficiente”. Anche perché “gli Stati membri dell’Europa non hanno raggiunto la quota di aiuti che dovevano dare alla cooperazione internazionale, anzi siamo molto lontani”. Poi ha aggiunto: “L’Italia ha fatto la riforma sulla legge della cooperazione internazionale” ma “prima di inventarsi nuovi strumenti bisognerebbe rispettare le percentuali di aiuti”. (Agenzia Redattore Sociale)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close