Licenziato perché aveva la mascherina abbassata, il giudice ordina il reintegro

Foto di leo2014 da Pixabay

Era stato licenziato perché durante un turno di lavoro aveva la mascherina abbassata. Ma adesso, come riportano dalla Flai-Cgil Monza Brianza, la causa per il licenziamento di Ignazio Ficara si è conclusa con la condanna dell‘azienda Star di Agrate Brianza alla reintegra del lavoratore “poiché non sussiste una giusta causa“. Sin dall’inizio, i sindacati avevano contestato “non solo i fatti come sono stati rappresentati dalla direzione, ma soprattutto la sanzione così pesante e ingiusta. Adesso giustizia è stata fatta”.

Tra l’altro, con l’accordo sindacale siglato lo scorso febbraio con Star sul ricambio generazionale, assunzioni e avvio della discussione sull’organizzazione e sui carichi di lavoro, “si è già dimostrato che solo con il confronto e la considerazione delle istanze dei lavoratori- continuano dalla Cgil- si possono ottenere risultati condivisi”. Insomma, “una brutta pagina si è chiusa- concludono dal sindacato- il lavoratore rientra in fabbrica, guardiamo avanti, ma siamo sempre pronti a reagire a difesa delle lavoratrici e dei lavoratori”. (Agenzia DIRE)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close