Il Codacons querela Fedez

fedez obama selfie

Fedez - Foto @Instagram

Il Codacons ha querela Fedez per “diffamazione, calunnia, associazione a delinquere, violenza, minacce plurime e induzione a commettere reati”. L’associazione che difende i diritti dei consumatori, secondo quanto riporta l’AdnKronos, si è rivolta “alla Procura della Repubblica di Roma con un lunghissimo esposto dove si elencano gli illeciti che sarebbero stati commessi dal cantante contro l’associazione dei consumatori e il suo presidente Carlo Rienzi”.

Codacons querela Fedez

Secondo quanto ricostruisce l’agenzia di stampa “la vicenda nasce lo scorso marzo, quando il Codacons aveva denunciato come “ingannevoli” le commissioni applicate dalla piattaforma Gofundme usata dalla coppia Fedez-Ferragni e da Salvo Sottile per le loro raccolte fondi in favore della sanità italiana per la lotta contro il Coronavirus”.

LEGGI ANCHE–> QUANDO GUADAGNA CHIARA FERRAGNI?

L’associazione aveva ottenuto “un provvedimento d’urgenza dell’Autorità che aveva dichiarato illecito il meccanismo di applicazione delle commissioni a carico dei donatori. Una decisione che aveva scatenato un’accesa querelle fra il rapper e il movimento dei Consumatori, oltreché un dibattito nell’opinione pubblica, sulle numerose campagne di raccolta fondi sorte in quel periodo”.

Querelati anche i followers del rapper

“Fedez ha scatenato i followers contro il Codacons garantendo loro la totale immunità – spiega l’Associazione all’Adnkronos – affermando testualmente che internet non è ‘un mezzo diffamatorio’ e che, pertanto, ‘si può dire il caz..o che si vuole’, tesi del tutto smentita dalle sentenze della Cassazione”.

Per questo la denuncia è stata presentata non solo verso il rapper ma anche nei confronti di alcuni utenti che “aizzati dal rapper hanno pubblicato sul web minacce di morte e post violentissimi contro il Codacons -spiega il movimento dei Consumatori- e che ora dovranno essere individuati dalla Polizia Postale per le indagini del caso”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close