Grecia: profughi investiti, 3 sono gravi. CalabriaxIdomeni: “Usati come birilli umani”

Uno dei profughi feriti. Foto dalla pagina Facebook di CalabriaXIdomeni

CROTONE – “Dovevamo essere la loro speranza. Il loro futuro. Li abbiamo rinchiusi come bestie, li stiamo affamando ed umiliando ma non bastava. Oggi, li abbiamo usati come birilli umani con la cattiveria disumana che nemmeno le bestie hanno mai mostrato”. Usano queste parole tremende, i volontari di #CalabriaXIdomeni per denunciare un gravissimo incidente avvenuto oggi nei pressi del campo profughi Kavallari – Sinatex, in Grecia. Un’auto avrebbe preso di mira quattro stranieri che stavano camminando sulla strada e li avrebbe volutamente investiti, ferendone tre gravemente.

“Sulla statale verso il campo di Sinatex – si legge sulla pagina Facebook di CalabriaxIdomeniun’auto ha volutamente investito quattro persone abitanti del campo che camminavano lungo la strada. Si è scaraventata contro di loro ferendone in modo grave tre. Ciro, Natale ed Alessandra sono arrivati pochi minuti dopo e la rabbia si è mischiata al lago di sangue sull’asfalto. Come ‪#‎CalabriaXidomeni denunciamo con forza questo atto gravissimo e la mancanza di soccorsi rapidi. Noi non staremo a guardare. Dalle parole di Ciro: “Confermo che sono tre le persone coinvolte, un quarto era con loro ma è riuscito a scamparla. Ha raccontato che la macchina veniva alle loro spalle, li ha investiti sbalzandoli a circa 15mt di distanza. Poi ha abbassato il finestrino e gli ha fatto il dito medio. I soccorsi sono arrivati dopo circa 30 minuti”.”

Gli attivisti calabresi Ciro Palomba e Natale Leonessa sono appena arrivati in Grecia per la loro terza missione nell’ambito del progetto “#Oltreconfine. Cooperare per restare umani”, con loro anche Alessandra Aldini, coordinatrice del Servizio Rapporti con le ONG della UIL.

Redazione

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close