Forestami: al progetto di forestazione urbana della Città Metropolitana di Milano 5 bandi ministeriali

Città Metropolitana di Milano si è aggiudicata 5 su 5 dei progetti presentati nell’ambito del “Bando Costa” (Decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare del 9 ottobre 2020 dal titolo: “Modalità per la progettazione degli interventi di riforestazione di cui all’art. 4 del decreto legge 14 ottobre 2019, n.111, convertito con modificazioni, dalla legge 12 dicembre 2019, n.141. – Pubblicato sulla gazzetta ufficiale in data 11 novembre 2020) finalizzato ai seguenti obiettivi: tutelare la biodiversità per garantire la piena funzionalità degli ecosistemi; aumentare la superficie e migliorare la funzionalità ecosistemica delle infrastrutture verdi a scala territoriale e del verde costruito; migliorare la salute e il benessere dei cittadini; contribuire a migliorare la qualità dell’aria.

L’importo complessivo finanziato per tutti e 5 i progetti è di 2.289.669,13 euro, la superficie complessiva interessata dagli interventi è di 22,48 ettari per un totale di 32.574 piante che entreranno a far parte del progetto Forestami.

I comuni interessati sono: Milano, Rho, Pioltello, Settimo Milanese e Corsico.

Entro il 2021 Forestami raggiungerà e supererà il traguardo dei 300.000 alberi piantati. Un risultato eccezionale, considerate anche le complessità dettate dalla pandemia. Questi primi anni sono fondamentali per porre le basi a un progetto strategico per il Comune di Milano e per tutta la Città Metropolitana di Milano. Ora iniziamo ad avere tutti gli strumenti per incrementare progressivamente il numero di alberi piantati ogni anno fino a raggiungere l’obiettivo dei 3 milioni di alberi entro il 2030. Siamo inoltre molto orgogliosi dell’aggiudicazione di cinque su cinque dei progetti presentati nell’ambito del Bando Costa, un ulteriore e importante supporto che ci permetterà di avanzare ancora più rapidamente” commenta il sindaco di Milano Giuseppe Sala che ha aperto la conferenza stampa annuale di Forestami tenutasi questa mattina presso il Giardino di Triennale Milano.

Michela Palestra, Presidente di Parco Agricolo Sud Milano, referente istituzionale di Città Metropolitana per ForestamiL’assegnazione a Città Metropolitana di Milano del massimo numero di progetti possibili nel Bando Costa, unica fra le Città Metropolitane a conseguire questo risultato, ha fatto emergere con forza la capacità di tutti gli enti coinvolti nel Progetto Forestami di lavorare insieme, grandi competenze che collaborano per realizzare progetti la cui qualità e interdisciplinarità viene premiata e riconosciuta dal Ministero con un finanziamento di più di due milioni di euro. Anticipando nei tempi e individuando come prioritaria la necessità di investire risorse pubbliche e private per attivare politiche per il contrasto ai cambianti climatici, Forestami è un modello cooperativo di grande efficienza e molto competitivo apprezzato a livello nazionale”.

Stefano Boeri, Presidente Comitato Scientifico di Forestami: “La crescente adesione che il progetto Forestami sta raccogliendo è la dimostrazione del cambiamento epocale che stiamo vivendo. Avere città sempre più verdi e con l’aria più pulita, in grado di migliorare la nostra salute e la qualità della nostra vita, è diventato un obiettivo condiviso da milioni di cittadini del mondo, dalle aziende e dalle istituzioni. E Milano, sui progetti di forestazione, è oggi all’avanguardia in Italia e in Europa. A novembre, con l’inizio della prossima stagione agronomica, ci auguriamo di poter finalmente riprendere le giornate destinate alla piantagione collettiva degli alberi, affinché ognuno di noi possa dare il proprio contributo per rendere la Città Metropolitana di Milano sempre più verde”. 

Fabio Terragni, Project Manager di Forestami“Questa prima fase di Forestami è stata fondamentale per costruire il gruppo di lavoro necessario per un progetto così ambizioso, che oggi conta oltre un centinaio tra collaboratori e volontari. A questi dobbiamo aggiungere soggetti economici come le cooperative sociali, i vivaisti e le associazioni con cui stiamo firmando importanti accordi di collaborazione, anche con lo scopo di rendere Forestami una occasione per la creazione di green jobs, posti di lavoro dedicati all’ambiente. Insieme a tutti i cittadini della Milano metropolitana raggiungeremo il nostro obiettivo di piantare 3 milioni di alberi entro il 2030 e attueremo molti altri interventi di mitigazione del clima, come tetti e pareti verdi. Per conseguire questo obiettivo ambizioso dobbiamo raccogliere almeno cento milioni di euro. Un costo importante che sarà coperto con fondi pubblici e con donazioni provenienti da aziende e cittadini. Rinnoviamo quindi l’appello a donare. Un’altra sfida, guidata dal team scientifico di Forestami e dal Politecnico di Milano, è la ricerca di terreni che possano accogliere gli alberi. Questo avviene attraverso la firma di protocolli d’intesa con i 133 comuni della Città Metropolitana di Milano e con la messa a disposizione di terreni da parte dei privati. A entrambi i soggetti rivolgo il nostro appello, Forestami è pronta ad accogliere nuovi terreni da destinare agli alberi”. 

Stagione agronomica 2020-2021 – traguardi raggiuntinella stagione agronomica 2020-2021 (21 novembre 2020 – marzo 2021) sono stati piantati 120.053 tra alberi e arbusti, di cui 28.063 piante nella sola città di Milano. Quasi 1.000 gli alberi arrivati al quartiere Adriano, dove sta per aprire il secondo lotto del parco pubblico, circa 2.000 quelli arrivati nell’ambito di piani urbanistici in corso di realizzazione, come al parco di City Life, nella nuova area verde lungo la passerella Pasternak in viale Crispi, in piazza Sraffa vicino al Campus Bocconi. Numerosi anche gli interventi realizzati attraverso collaborazioni tra pubblico-privato, come in Piazza Piola, viale Jenner, Corso Como, così come quelli piantumati nei grandi parchi di cintura della città, da Parco Nord a Bosco in Città e Parco Cassinis.

Nella Città Metropolitana di Milano gli alberi sono stati piantati nei comuni di: Bareggio, Bollate, Buccinasco, Busto Garolfo, Cassano D’Adda, Cerro al Lambro, Cinisello Balsamo, Cesano Boscone, Corbetta, Gaggiano, Gorgonzola, Lainate, Melegnano, Melzo, Morimondo, Parabiago, Pantigliate, San Zenone al Lambro, San Donato Milanese, Sesto San Giovanni, Settala, Rosate, Rodano, Vimodrone.

La collaborazione di Forestami con i Comuni della Città Metropolitana ha attivato una serie di progetti pilota per l’aumento del capitale naturale che hanno portato all’individuazione di 783 aree tra pubbliche e alcune private per interventi di piantagione pari a 1.500 ettari, di cui 557 aree con disponibilità immediata. Gli interventi sono progettati per rispondere alle esigenze di ciascun territorio, tenendo conto delle specificità e criticità locali in una più ampia visione della città metropolitana del futuro che vedrà l’ampliamento e la connessione di aree e fasce boscate, di sistemi agroforestali, orti urbani, aree umide e naturalistiche, riqualificazioni boschive, aree verdi e parchi urbani e tetti verdi” dichiara Riccardo Gini, Direttore di Parco Nord Milano e Direttore Tecnico di Forestami.

I protocolli d’intesa firmati e le attività di ricerca a cura del Politecnico di Milano: “Nell’ambito del lavoro di mappatura dello sviluppo del progetto Forestami sul territorio metropolitano quest’anno abbiamo siglato protocolli d’intesa con 45 Comuni della Città Metropolitana, che hanno così ufficializzato la propria disponibilità a collaborare con Forestami, seguita poi dalla firma di protocolli ad hoc per le singole aree. Oltre a proseguire il lavoro di mappatura, nei prossimi anni il lavoro di ricerca, grazie al rinnovato impegno di Fondazione Falck, sarà focalizzato sullo studio dell’impatto della forestazione urbana sulla salute e il benessere sanitario e psicofisico della popolazione di Città metropolitana di Milano e sul miglioramento della qualità̀ degli spazi urbani” spiega Maria Chiara Pastore direttore scientifico di Forestami e responsabile del Future City Lab all’interno del dipartimento DAStU del Politecnico di Milano.

La prossima stagione agronomica (novembre 2021 – marzo 2022) partirà con la piantagione di 9.749 alberi: i primi alberi saranno piantati nelle aree già messe a disposizione da 10 Comuni della Città Metropolitana e dal Comune di Milano: Cornaredo, Vizzolo Predabissi, Gudo Visconti, Settimo Milanese (Vighignolo, Bosco Giretta), Corsico (Parco Travaglia), Trezzano sul Naviglio (Parco Gioia, Parco Scoiattolo), Vimodrone, Carpiano, Milano (Grande Parco Forlanini), Pioltello, Rho e le aree di Serravalle (Cantalupa e Santa Giulia).

Alle piantagioni già in programma si aggiungeranno le oltre 32.674 piante appena finanziate dal Bando Costa.

Le donazioni raccolte da aziende e privati

“Fondazione di Comunità Milano, insieme alle Fondazioni di Comunità Nord Milano e Ticino Olona, ha messo a disposizione le proprie competenze per contribuire allo sviluppo di Forestami e migliorare la qualità della vita e il benessere della nostra comunità – ha dichiarato Carlo Marchetti, Presidente Fondazione di Comunità Milano –. Fondazione di Comunità Milano ha inoltre contribuito con i propri canali alla raccolta delle donazioni sul Fondo Forestami, riscontrando una partecipazione oltre le aspettative da parte dei cittadini e delle imprese, a testimonianza del loro impegno per un futuro più verde: 79.783 le donazioni ricevute per un totale di oltre 1 milione di euro. A livello di contributo, è stato fondamentale l’apporto delle aziende che hanno deciso di sostenere Forestami come testimonianza del proprio impegno in termini di Responsabilità Sociale d’Impresa: 73 aziende che hanno contribuito con ammontare complessivo di 773.500 euro; a livello di numero di donazioni è stata invece importantissima la partecipazione dei singoli cittadini, che raggiungono il numero complessivo di 79.710 donatori per un totale di raccolta di 248.696 euro”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close