Chiara Francini torna a Crotone per presentare Un anno felice

chiara francini un anno felice crotone

Foto: Facebook

Bella, brava e simpatica. Scrittrice oltre che attrice. Chiara Francini è al suo terzo romanzo e torna a Crotone il prossimo 30 luglio per presentare il suo Un anno felice. L’appuntamento è al Parco Pitagora alle 19.30.

Chiara Francini a Crotone per Un Anno Felice

Non sarà la semplice presentazione di un libro, ma una serata all’insegna della musica e della cultura. Chiara Francini sbarca nuovamente nella città calabrese per presentare Un anno felice, suo terzo romanzo in 3 anni, nel Museo del Parco Pitagora di Crotone.

L’evento, si aprirà alle 19.30 con i saluti di Santo Vazzano, direttore del Museo, e sarà moderato da Luigi Sgrizzi. Nel corso della serata troverà spazio anche un reading a cura della Sorgente delle Arti, con intermezzi musicali. E poi, ovviamente, ci sarà l’autrice pronta a confrontarsi con i lettori.

Un rapporto speciale quello dell’attrice e scrittrice con Crotone: Chiara è già stata in città per presentare i suoi romanzi precedenti e ha anche donato alcune copie del suo primo libro alla Biblioteca della Vita del Day Hospital Oncologico dell’ospedale San Giovanni di Dio.

Il terzo libro

Un anno felice, edito da Rizzoli, è il terzo libro di Chiara Francini, uscito il 25 giugno scorso. Lei, su Facebook, lo racconta così:

Quella di “Un anno felice” è una storia diversa dalle precedenti che vi ho raccontato. Parla d’amore, della sua bellezza, della sua potenza dirompente, della sua luce che quando è troppo forte però acceca, proprio come fa il sole. Nulla come l’amore t’appanna la vista, ti tappa la bocca e ti fa correre scalza sui vetri, ma felice, follemente, perché lui è là che t’aspetta alla fine del bosco.
L’ho scritto perché ognuna di noi ha provato ciò che ha provato lei: Melania. Siamo tutte Melania. Scrivere è abbracciarvi e la vita è questo: prendersi per mano, tutti diversi, ognuno col proprio passo, ma uniti verso la stessa meta, rossi, vicini, come papaveri al vento.

Il primo romanzo dell’attrice toscana, Non parlare con la bocca piena (2017), ha affrontato un tema delicato come quello delle nuove famiglie, composte da genitori omosessuali: è stato un vero e proprio successo, forse inaspettato per la stessa autrice. Ne è seguito un secondo libro, Mia madre non lo deve sapere (2018), in cui si è concentrata sul rapporto madre figlia.

Foto: Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close