C’è Posta per Te: Daniele rifiutato dal padre commuove il pubblico

Dopo il simpatico siparietto di Luciana Littizzetto, la puntata del 9 marzo di C’è Posta per Te entra nel vivo con la prima, vera storia che parla di sentimenti.

Daniele ha 29 anni, vive a Fiumicino e scrive alla redazione del programma di Maria De Filippi perché vuole conoscere suo padre che l’ha abbandonato quando aveva pochi mesi.

Il postino della trasmissione rintraccia l’uomo ad Anzio. A pochi chilometri da dove vive Daniele.

Pietro, questo il nome del padre, arriva in studio e appare teso. Il ragazzo, molto nervoso ed emozionato chiede spiegazioni al padre sul perché non l’abbia mai cercato in così tanto tempo.

L’uomo, che nel frattempo si è risposato e ha altri quattro figli, non apprezza i toni duri del figlio e decide di chiudere la busta.

Interviene Maria De Filippi che cerca di calmare Daniele e far ragionare Pietro mentre il pubblico mostra di essere palesemente d’accordo con il ragazzo.

I due non riescono a trovare un punto di incontro.

“Dimmi almeno qual è il giorno del mio compleanno” gli chiede disperato Daniele.

“Non te lo dirò mai perché non lo so” gli risponde Pietro.

Davanti a queste parole è Daniele a chiedere di chiudere la busta.

Pietro va via tra i fischi del pubblico mente Maria consola Daniele che ormai non trattiene più le lacrime e scoppia a piangere.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close