Brasile: crolla diga, 17 morti e decine di feriti

La rottura di una diga di un giacimento minerario, contenente acque reflue provenienti dall’estrazione del ferro, ha provocato una gigantesca colata di fango tossico che ha travolto diverse abitazioni nell’area di Mariana, nello Stato sud-orientale di Minas Gerais. Per il momento si contano 17 vittime e decine di feriti. “Il numero degli scomparsi superera’ le 40 unita’, ma questa cifra non e’ ancora ufficiale.La situazione e’ drammatica” ha detto il comandante dei pompieri ripreso dalla stampa locale. La rottura della diga- dove erano al lavoro 25 persone- ha liberato un’impressionante ondata di fango tossico e rifiuti minerari che si sono sparsi per una ventina di chilometri fra le citta’ di Ouro Preto e Mariana.

Ad essere colpita in particolare e’ stata la localita’ di Bento Rodrigues, appena 600 abitanti, per lo piu’ impiegati della compagnia Samarco, proprietaria della diga. La colata di fango tossico ha toccato anche un altro centro abitato, Paracatu de Baixo. Samarco, che produce circa 30 milioni di tonnellate di minerali di ferro l’anno- pari al 10% dell’intera produzione del Brasile- ha annunciato di aver profuso “tutti gli sforzi possibili per assistere le persone e minimizzare i danni all’ambiente“. Per il momento non circolano ipotesi sulle cause dell’incidente.   (DIRE-MISNA)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close