A 13 anni dall’Egitto in Italia per salvare il fratellino, l’Ospedale Careggi pronto a operare il piccolo Farid

foto da corriere.it

FIRENZE – “Careggi è pronto ad accogliere e operare il piccolo Farid, il bambino egiziano di sette anni affetto da piastrinopenia. La direzione dell’azienda ospedaliera e il professor Marco Carini hanno dato la loro disponibilità a prendere in carico il bambino. Se sarà necessario, troveremo anche ospitalità per lui e per i familiari che lo accompagneranno“.

L’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi, dopo aver letto sul “Corriere della sera” di oggi la storia di Ahmed, il tredicenne egiziano che ha attraversato il mare ed è approdato a Lampedusa per cercare medici disposti a curare e operare il più piccolo dei suoi fratelli, colpito da una gravissima forma di piastrinopenia, una malattia del sangue, si è immediatamente attivata, assieme alla direzione di Careggi, per dare risposta al drammatico appello di Ahmed.

“Con i programmi di cooperazione sanitaria internazionale – dice ancora Stefania Saccardi– nei nostri ospedali accogliamo e curiamo tanti bambini che vengono da altri Paesi. Lo faremo anche per Farid. La direzione di Careggi prenderà subito i contatti necessari per dare la propria disponibilità e far arrivare quanto prima a Firenze Farid e la sua famiglia”. (Agenzia Redattore Sociale)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close