Tunisia, murales contro inquinamento: writer arrestata

murales inquinamento tunisia

SFAX – L’inquinamento uccide come le armi da fuoco. Questo il messaggio dell’artista tunisina Dalinda Louati, arrestata e poi rilasciata lo scorso lunedì 11 gennaio per aver dipinto una pistola nei pressi dell’industria SIAPE (Società industriale di acido fosforico e fertilizzanti) di Sfax, Tunisia.  Il graffito allude agli effetti inquinanti dello stabilimento, contro il quale sono frequenti, a Sfax, cortei e manifestazioni di migliaia di persone.

Louati, afferma il settimanale “Réalités”, per essere rilascita è stata obbligata a firmare un documento in cui si impegna a non avvicinarsi più all’industria. (DIRE)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close