Qualcosa di buono, trama e cast del film con Hilary Swank

Una storia drammatica che porta sul grande schermo una terribile malattia, la SLA e che pone interrogativi sulla vita e sulla morte. Questo è Qualcosa di buono. Il film, uscito nel 2014 e diretto da George C. Wolfe, viene riproposto in tv venerdì 15 maggio in prima serata su Rai Movie.

Qualcosa di buono, la trama

Protagonista delle pellicola è Kate, una talentuosa pianista di musica classica a cui viene diagnosticata la SLA. Vive con il marito Evan, che a causa dei numerosi impegni di lavoro con può accudirla come la donna necessita.

LEGGI ANCHE–>> TUTTI I SOLDI DEL MONDO, LA STORIA DEL RAPIMENTO DI JOHN PAUL GETTY III

In casa arriva Bec, una giovane studentessa ribelle con la passione per la musica che sogna di sfondare come cantante. Nonostante non abbia esperienza nel ruolo e sia piuttosto distratta e poco professionale, Kate prova simpatia per questa ragazza e decide di tenerla.

Tra le due donne nasce un bel rapporto di amicizia e quando Kate le chiede di aiutarla a scoprire se il marito la tradisca, Bec non si tira indietro, sebbene inizialmente titubante. I sospetti erano fondati: Evan ha avuto una relazione extraconiugale con la sua segretaria, Cinthya e lo lascia.

Dopo aver scoperto un tentativo di suicidio da parte di Kate, Bec si trasferisce dalla sua assistita e la loro amicizia diventa sempre più forte, mentre riescono anche a divertirsi. La prima si gode le piccole gioie della vita, la seconda diventa più matura.

Intanto, la malattia va avanti, Kate, che nel frattempo ha perdonato Evan, peggiora. E alla fine dovrà essere proprio Bec a decidere le sorti della donna, contro tutto e tutti, nonostante non viva più con lei.

Qualcosa di buono, cast

Attrice protagonista di Qualcosa di buona è una straordinaria Hilary Swank, che è anche produttrice del film. Bec è interpretata da Emmy Rossum, mentre Josh Duhamel è Evan. Nel cast, tra gli altri, anche Jason Ritter, Julian McMahon, Ali Larter, Marcia Gay Harden, Ernie Hudson e Loretta Devine.

Il film, girato a Los Angeles, è tratto dal romanzo You’re not you (titolo originale della pellicola) scritto nel 2007 da Michelle Wildgen.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close