Profughi, la procura Firenze apre un’inchiesta sulle strutture di accoglienza

Foto di Agenzia Redattore Sociale

FIRENZE – La Procura di Firenze apre un’inchiesta sulle condizioni fatiscenti dentro alcuni centri profughi toscani. A finire nel mirino è anche il Consorzio Multicons di Montelupo Fiorentino, consorzio che si occupa di pulizie e che gestisce anche 18 centri profughi in Toscana, tra cui quello di Castelfiorentino, sul quale Redattore Sociale aveva documentato, lo scorso anno, le drammatiche condizioni in cui erano costretti a vivere i richiedenti asilo. Le indagini della Procura si concentrano anche sulle strutture della famiglia Santetti di Lastra a Signa, che ospita 93 migranti in cinque diverse sedi.

A riportare la notizia dell’inchiesta, stamattina, è stata l’edizione fiorentina di Repubblica. Le indagini sono partite dopo le varie proteste e denunce da parte dei richiedenti asilo, oltre che dei vicini di casa delle strutture. A indagare sono carabinieri e guardia di finanza, che stanno cerando di risalire ad eventuali abusi e illegalità. (Agenzia Redattore Sociale)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close