Nino D’Angelo a Verissimo: “Lasciai Napoli, mi spararono in casa”

Costretto a lasciare la sua abitazione a Napoli perché qualcuno sparò proprio in direzione della sua casa. Accadeva una trentina di anni fa e, ospite a Verissimo, Nino D’Angelo ricorda quel triste e doloroso episodio.

Nino D’Angelo a Verissimo

A Silvia Toffanin, che lo intervista, racconta: “Quella scelta mi ha fatto molto male perché non mi aspettavo di avere a che fare con la brutta gente di Napoli, che per fortuna è una piccola parte. È stato il momento più brutto della mia vita. Hanno sparato dentro casa mia perché volevano i soldi: è stata un’estorsione, una cosa vomitevole.Più che spaventato, mi sono offeso perché non avevo preso niente a nessuno e ho sempre aiutato chi aveva bisogno”.

LEGGI ANCHE–> Laura Torrisi a Verissimo parla della sua malattia e scoppia in lacrime

Il noto cantante napoletano, ha parlato anche di un altro momento difficile, molto più recente, che lo ha visto fare i conti con la depressione: “Vivere in modo improvvisato non è vivere. Il primo lockdown l’ho vissuto molto male, non avevo alcuna intenzione di scrivere canzoni. Pensavo solo a far stare bene la famiglia, soprattutto i miei figli. Poi ho visto il murales che mi hanno dedicato e quel gesto mi ha spronato a fare questo disco che è stato il più difficile della mia carriera. Scrivere di vita quando vicino a te c’è la morte è complicato”, la confessione di Nino D’Angelo a Verissimo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close