Migranti sulla rotta dei Balcani, “bambini rischiano di morire di freddo”

bambini muoiono freddo serbia

ROMA – Con le temperature che, secondo le previsioni, oggi toccheranno i -20 °C al confine tra Macedonia e Serbia, i bambini in viaggio lungo la rotta dei rifugiati sono a rischio di ipotermia, polmonite e altre malattie respiratorie potenzialmente mortali, allerta lo staff di Save the Children, l’organizzazione dedicata dal 1919 a salvare i bambini e tutelarne i diritti.

Gli operatori del centro di accoglienza di Presevo, al confine tra la Serbia e la Macedonia, parlano di quindici centimetri di neve sul terreno e di bambini che arrivano con le labbra livide, sofferenti e tremanti per il freddo. Le madri, esauste, non sanno come tenere i loro bambini al caldo e all’asciutto e scivolano portandoli in braccio sulle strade ghiacciate. Il personale di Save the Children a Belgrado ha già segnalato vari possibili casi di ipotermia e di congelamento.

Nonostante le temperature glaciali, circa mille rifugiati provenienti da Siria, Afghanistan e Iraq effettuano ogni giorno la traversata del Mar Egeo, tra la Turchia e la Grecia. Gli arrivi proseguono dunque sulle isole greche, compresa quella di Lesbo, dove nevica questa settimana e i bambini arrivano il più delle volte con indosso solo una maglietta, bagnati fradici dopo aver viaggiato su gommoni pericolanti.

bambini migranti serbia

Save the Children ha aperto uno spazio a misura di bambino a Presevo, dove donne con bambini e minori non accompagnati possono trascorrere la notte e ricevere accoglienza e supporto durante il giorno. L’organizzazione fornisce supporto, informazione o distribuisce impermeabili, calze e scarpe, bevande calde e kit igienici ai bambini, sia al confine serbo macedone che al confine con la Bulgaria e la Croazia e in altre postazioni lungo il loro percorso in Serbia.

Nonostante questi aiuti, i bambini sono esposti a temperature estremamente rigide, costretti a percorrere lunghe distanze e a dormire all’addiaccio lungo la strada verso la salvezza. A Idomeni, al confine tra Grecia e Macedonia, dove si prevede che la temperatura scenda a -13°C questa settimana, le autorità hanno bloccato l’accesso a un centro di transito dove le agenzie umanitarie distribuivano tende riscaldate e cibo ai migranti in transito. Le famiglie sono ora costrette a dormire all’aperto in una stazione di servizio nelle vicinanze.

bambini migranti serbia

Valentina Bollenback di Save the Children, che si trova attualmente in Serbia, ha dichiarato: “Le condizioni qui sono molto, molto difficili. Con le temperature che dovrebbero scendere a -20 °C oggi, le vite dei bambini sono in pericolo.”

Le madri che ho incontrato qui sono in difficoltà perché non riescono a tenere i loro bambini al caldo e al sicuro. Vediamo bambini con labbra e mani livide, febbre alta e problemi respiratori. Invece di pensare a chiudere le loro frontiere, i governi europei dovrebbero fare di più per dare un’accoglienza dignitosa e umana alle persone in fuga dalla guerra.”

Save the Children si appella ai governi affinché diano priorità alla protezione immediata dei bambini e delle loro famiglie e ai bisogni umanitari. Questo comprende il diritto di presentare e vedere analizzate le loro richieste di protezione e di asilo, come previsto dalla normativa in tema di rifugiati e diritti umani, e di avere accesso a un riparo adeguato, cibo e assistenza sanitaria. (Comunicato Stampa)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close