Libano, italiani donano 15 posti letto all’ospedale di Tiro

donazione militari italiani ospedale tiro

TIRO – Sono 15 i posti letto che il personale militare italiano di UNIFIL, impiegato nel Libano del Sud, ha consegnato all’ospedale di Tiro. I materiali  ospedalieri donati hanno consentito l’allestimento di una nuova sala degenza presso il centro dialisi destinato a servire fasce di popolazione tra le meno abbiente in città.

Tra i beni consegnati 2 apparati per dialisi, 15 letti da degenza e  2 defibrillatori, destinati al reparto di nefrologia dell’ospedale di Tiro. Il nosocomio pubblico è frequentato principalmente da persone tra le più povere nonché da profughi palestinesi e rifugiati siriani i quali non hanno accesso alle strutture sanitarie private.

I posti letto donati da Italbatt all'Ospedale di Tiro
I posti letto donati da Italbatt all’Ospedale di Tiro

La donazione è stata resa possibile dalla solidarietà dell’Azienda Ospedaliera “Maggiore della Carità” di Novara, del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio (delegazione Campania-Napoli), del  Corpo Nazionale di Soccorso, della C.D.C s.p.a. e  della onlus  Rock No War, organizzazioni che hanno sostenuto le iniziative promosse per il Libano dal Reggimento “Nizza Cavalleria” (1’) di Bellinzago Novarese, attualmente impiegato in Libano.

Garantire il coordinamento tra donatori e Organizzazioni Non Governative (ONG) impegnate nel supporto alla popolazione locale e la realizzazione di progetti di cooperazione civile-militare, sono alcune tra le attività promosse dal contingente italiano, a guida Brigata alpina Taurinense, nell’applicazione del mandato previsto dalla risoluzione ONU 1701, unitamente al supporto alle Forze Armate Libanesi (LAF) e alla controllo della cessazione di ogni ostilità nel sud del Libano.​ (SMD)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close