Frazioni isolate per la neve ma la turbina serve per la processione. E’ polemica

Marco di Vito sul Manifesto.it l’ha definita una scena surreale: “Dalla neve emerge un corteo di poche decine di persone. In testa due gonfaloni: quello rosso e blu del Comune di Montemonaco e quello con l’immagine sacra della Madonna. Dietro il sindaco Onorato Corbelli con la fascia tricolore, con lui una donna in abito tradizionale, un vestito rosso e dorato”

E’ la tradizionale processione in onore di San Sebastiano che si tiene ogni anno il 20 gennaio. Neve e scosse non l’hanno fermata. Anzi, affinchè si tenesse è stato fatto tutto il possibile. Anche utilizzare una turbina per liberare la strada che avrebbe percorso il corteo, sottraendola da altre attività di intervento. E a Montemonaco è subito montata la protesta.

”C’è un allevatore di cavalli di 60 anni che vive in una casa terremotata ad Altino, isolato da giorni – racconta all’Ansa  Angelo Tuccini, un ristoratore di Isola, anche lui bloccato dalla neve -. Potevano andare ad aiutarlo, ma il sindaco ha preferito usare la turbina per la processione”. Oggi la turbina è arrivata anche da loro.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close