Festival “Ti Ribalto”, arte e disabilità oltre gli stereotipi

Dall’11 al 13 giugno 2021, presso la Fabbrica del Vapore di Milano – Spazio Fattoria (Via G. C. Procaccini, 4), va in scena Ti Ribalto il Festival delle Arti che coinvolge più di 60 attori disabili e oltre 20 volontari tra professionisti, attori, educatori e cittadini volontari.

Tre giorni di esibizioni, tra spettacoli teatrali e laboratori artistici e sportivi e la Tavola Rotonda dal titolo “Verso una nuova inclusività: fragilità e arti performative”, per raccontare la disabilità ribaltando gli stereotipi: da qui il nome del Festival.

Questa settima edizione del Festival delle Arti prevede una formula mista: sarà infatti possibile assistere agli eventi sia in presenza, nel rispetto delle norme anti-Covid, con ingresso gratuito previa registrazione, sia in diretta streaming sui canali social di Cascina Biblioteca.

Avvicinare, conoscere, incontrare e includere: è questa la scommessa di Ti Ribalto, una manifestazione che racconta come sia possibile migliorare la qualità della vita di persone con disabilità attraverso l’utilizzo di differenti espressioni artistiche. Ideato e curato dalla Piccola Accademia della Cooperativa sociale Cascina Biblioteca, il progetto coinvolge le persone con disabilità fisica o intellettiva, e sostiene il loro diritto alla vita indipendente, all’integrazione e alla coesione sociale.

In quest’ottica il Festival delle Arti si propone come un punto di riferimento e di incontro per tutte quelle realtà e quei progetti che promuovono le arti come strumento di emancipazione per le persone più fragili. Un territorio fertile, in cui far crescere autonomia e consapevolezza, contribuendo alla creazione di un ambiente culturale appassionante, che pone le sue basi sull’accettazione delle reciproche diversità.

Caos e ordine, regole e libertà, uguale e diverso, questo il filo conduttore che lega gli spettacoli e che ha permesso ai diversi attori coinvolti di sperimentare, lavorare e mettersi in gioco.

Come nello spettacolo Dannata Performance! – in scena venerdì sera- in cui attori di tutte le abilità si trasformano, interpretando e improvvisando le vite di 6 vizi capitali in chiave contemporanea e in tempo di Covid: una prigionia e un limbo peccaminoso che emoziona, diverte e gioca con il pubblico in sala.

O, ancora, nel corso di Prove di difesa personale, tra arti marziali e bo – in programma sabato pomeriggio e a cura della Fondazione Fight The Stroke – un laboratorio di arti marziali e difesa personale per bambini e ragazzi, allo scopo di promuovere un potenziamento motorio e cognitivo che sia davvero inclusivo e alla portata di tutti.

Questa edizione – sostenuta con i fondi dell’Otto per Mille della Chiesa Valdese, in collaborazione con ATS Vapore e Fattoria Vittadini – vedrà la partecipazione di alcune associazioni

ospiti: l’Associazione Culturale Teatrino Al Rovescio, la Fondazione Fight The Stroke, la Confraternita del Chianti, la Compagnia I Ragazzi in Gamba, ATIR e Comunità Progetto, il CIT – Teatro sociale del Centro di Cultura e Iniziativa Teatrale “Mario Apollonio” dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, l’Associazione Nassigh per la Cura di chi Cura/ CxC, l’impresa sociale Stranaidea e la rete di teatro sociale Trame, che potranno raccontarsi e farsi conoscere al pubblico nel corso della Tavola Rotonda e/o portando in scena ognuna il proprio laboratorio/spettacolo.

Venerdì 11 giugno alle ore 14.00 la giornata inaugurale inizia con una Tavola Rotonda, un momento di confronto tra operatori e studiosi accademici sul tema dell’inclusione e dell’integrazione. L’obiettivo – attraverso la presentazione e la discussione di approcci pedagogici innovativi ed esempi di arti applicate al sociale – è quello di informare e stimolare gli spettatori a una maggiore sensibilità e apertura sul concetto di inclusione, ripensandolo, insieme, non secondo delle regole precise, ma come fatto culturale.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close