Estremista ebraico: “No al Natale in Terra Santa, via i cristiani: sono vampiri”

Benzi Gopstein

Benzi Gopstein

Benzi Gopstein ha lanciato la proposta di bandire le feste natalizie dalla Terra Santa, estromettendo i cristiani dal paese: “Espelliamo questi vampiri prima che bevano di nuovo il nostro sangue”, avrebbe detto, cosi’ come riportano i quotidiani israeliani Haaretz e Times of Israel. Gopstein, leader del gruppo estremista ebraico Lehava, ha presentato l’iniziativa in un articolo apparso sul sito ultra ortodosso Kooker, spiegando che e’ la “mancanza di sicurezza” causata dalla presenza “dei nostri secolari nemici, i cristiani” ad averlo motivato. Per Gopstein inoltre, “non c’e’ posto per i cristiani in Tessa santa“, minoranza religiosa che qui conta 160.000 persone, il 2% della popolazione.

Gia’ il mese scorso – come riporta il ‘Times of Israel’ – Gopstein aveva guidato una marcia di protesta composta da una dozzina di suoi seguaci, davanti alla sede della Ymca (Young men’s christian association, un’associazione cristiana orientata alla formazione e al volontariato) nel giorno in cui si svolgeva l’annuale mercatino di Natale, e nel quale gi organizzatori avevano promesso regali ai bambini di tutte le religioni, per favorire la convivenza e l’integrazione. I membri di Lehava hanno colto l’occasione per denunciare le persecuzioni compiute contro il popolo ebraico nei secoli passati al grido di ‘Andatevene, impuri‘. E Gopstein quel giorno aveva dichiarato: “Come gli arabi non riescono ad accoltellarci, cosi’ neanche i cristiani riusciranno a deviare i nostri bambini con dei doni. Non abbiamo bisogno dei loro regali. I cristiani devono restare cristiani, Gli ebrei, ebrei. Noi non vogliamo imparare nulla della loro religione”.

Dopo le dichiarazioni pubblicate sul Kooker, le associazioni e i movimenti politici di destra – tra cui anche l’Israel religious action center (Irac) – in Israele hanno denunciato il fatto e chiesto alla polizia di avviare un’inchiesta per incitamento all’odio e alla violenza contro un gruppo religioso. “Gopstein sarebbe capace di fare qualsiasi cosa per incitare alla violenza contro chi non e’ come lui” ha scritto Orly Erez-Likhovski sulla pagina Facebook dell’Irac.

Il movimento Lehava e’ nato con l’obiettivo di proibire i matrimoni misti, tra ebrei e persone di altre religioni, cosi’ come richiede la religione ebraica. In varie occasioni i media hanno riferito che membri del gruppo sono stati visti ‘pattugliare’ i quartieri di Gerusalemme di sera alla ricerca di coppie miste: in molti casi il fatto e’ degenerato in scontri, con vari episodi di pestaggi ai danni degli arabi. (DIRE)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close