Elio volto del grazie di VIDAS alla Milano “Per cosa?”

Un incontro inaspettato, una stretta di mano e un “grazie” pronunciato con semplicità da una persona speciale. C’è chi viene sorpreso all’uscita del lavoro, chi durante una passeggiata, chi mentre fa jogging. Giovani, di mezza età, anziani, la risposta di tutti è la stessa: “Per cosa?”

L’organizzazione di volontariato VIDAS celebra così il suo quarantesimo compleanno, affidando all’amico Elio una vera e propria missione di riconoscenza per le vie di Milano verso tutte le persone “Per cosa?, quelle che danno qualcosa solo per il piacere di dare, quelle che quando le ringrazi si stupiscono. Sono loro – volontari, donatori, sostenitori, testimonial – che in questi 40 anni hanno permesso a VIDAS di offrire cure e assistenza a un numero sempre maggiore di malati inguaribili e alle loro famiglie.

“VIDAS è nata e continua a crescere grazie all’impegno di eccezionali persone “Per cosa?”, a partire dalla fondatrice, Giovanna Cavazzoni – afferma Giorgio Trojsi, direttore di VIDAS -. Il nostro grande grazie va a loro, che in questi 40 anni ci hanno permesso di assistere con cura e competenza 39.000 malati sofferenti, anziani, adulti e dal 2015 anche bambini.”

“Ho sempre osservato da lontano e con ammirazione il lavoro dei volontari di VIDAS – dice Elio – Ritengo VIDAS un’eccellenza per la città di Milano, che in questi 40 anni ha aiutato decine di migliaia di persone ad affrontare con dignità dolori e sofferenze terribili. Essere scelto per realizzare questa campagna è per me motivo di gioia e di orgoglio”.

l progetto “Per cosa?” è stato realizzato dall’hub creativo Something To Talk About di Tiziana Perotti e Alessandro Sabini in collaborazione con The Family Production per la video strategy e Stefano Rosselli per gli scatti fotografici.

L’iniziativa dà ufficialmente il via ai festeggiamenti per i 40 anni di VIDAS, che proseguiranno dal 27 al 29 maggio al Teatro Franco Parenti di Milano con INCONTRO, festival culturale aperto a tutti, ricco di performance artistiche, talk e laboratori con alcuni tra i protagonisti più autorevoli del mondo della scienza, della letteratura, dell’arte e della filosofia. Tra gli altri, parteciperanno: l’immunologo Alberto Mantovani, la sociolinguista Vera Gheno, il giornalista Gad Lerner e il danzatore Virgilio Sieni.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close