Crotone, un albero di libri cadenti per valorizzare la periferia

Cosa hanno in comune le stelle cadenti e i libri? Regalano sogni, fanno crescere speranze e attraverso di loro si possono realizzare desideri. La nuova azione di promozione della lettura messa in campo dall’associazione culturale MutaMenti passa per il cuore della periferia di Lampanaro. Oggi pomeriggio, alla presenza dell’associazione San Giorgio Lampanaro, è stata inaugurata l’installazione artistico letteraria “ L’albero dei libri cadenti. Storie all’altezza dei bambini”. Dai rami dell’albero di pino, presente sulla piazzetta del quartiere periferico di Lampanaro, adiacente il campetto di calcio, come per magia pendono tanti libri per piccini, posizionati da MutaMenti e pronti per essere letti dai bambini che popolano il quartiere.

“Per promuovere la lettura – ha spiegato Patrizia Pagliuso, presidente di Mutamenti – questa volta abbiamo pensato di creare un’installazione artistica che solleticasse la curiosità dei più piccoli per avvicinarsi ai libri”. L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo dall’associazione San Giorgio Lampanaro, rappresentato dal suo presidente, Francesco Ceraudo: “Ci fa molto piacere accogliere l’opera di Mutamenti che ben si coniuga con la nostra mission che è quella di riqualificare il quartiere pensando proprio ai bambini”.
I libri donati sono per i ragazzi che possono decidere di leggerli sul posto, tra una giocata a pallone e l’altra, oppure slacciarli dall’albero, continuare a leggerli a casa e riposizionarli al loro posto, una volta terminata la lettura.

MutaMenti, da anni, è impegnata in un’azione di promozione della cultura dalla periferia al centro. Negli anni passati ha contribuito alla creazione della biblioteca scolastica della scuola secondaria di primo grado di Margherita. Un’intera biblioteca per ragazzi che oggi conta quasi 1500 libri, tutti best seller della letteratura per i più giovani. Grazie a questa nuova iniziativa a Lampanaro l’associazione  continua in quest’opera, di rianimare gli spazi urbani periferici anonimi e indifferenti.

Molti dei libri utilizzati per la realizzazione dell’albero dei libri cadenti sono stati donati proprio da alcuni ragazzi del Circolo dei piccoli lettori di Margherita, creato da MutaMenti. Un modo simbolico per unire le due periferie nell’amore per i libri. All’allestimento erano presenti, inoltre, per MutaMenti Pamela Presti e Giuliana Spagnolo e Gianni Razionale per l’asd San Giorgio di Lampanaro.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close