Crotone onora i giornalisti uccisi dalla mafia: 9 strade porteranno i loro nomi

Nove strade della città di Crotone saranno intitolate ai giornalisti uccisi dalla mafia. Lo ha reso noto il sindaco Vincenzo Voce, che ha risposto alla proposta pervenutagli dal giornalista Virgilio Squillace del comitato esecutivo Ungp, l’Unione nazionale dei giornalisti pensionati. Il significato civile del sacrificio dei nove cronisti meridionali caduti per mano mafiosa è stato ricordato in una lettera inviata nei giorni scorsi da Squillace al sindaco di Crotone.

Hanno pagato con la vita la loro scelta professionale nel nome della verità Cosimo Cristina (ucciso a Termini Imerese, Palermo, il 5 maggio 1960); Mauro De Mauro (Palermo, 16 settembre 1970); Giovanni Spampinato (Ragusa, 27 ottobre 1972); Giuseppe Impastato (Cinisi, Palermo, 9 maggio 1978); Mario Francese (Palermo, 29 gennaio 1979); Giuseppe Fava (Catania, 5 gennaio 1984); Giancarlo Siani (Napoli, 23 settembre 1985); Mauro Rostagno (Valderice, Trapani, 26 settembre 1988); Giuseppe Alfano (Barcellona Pozzo di Gotto, Messina, 8 gennaio 1993).

Troppe volte la libertà di informazione nel Mezzogiorno d’Italia ha avuto come prezzo la vita. Nella risposta alla lettera di Squillace, accogliendone la proposta, il sindaco di Crotone, Vincenzo Voce, ha spiegato: «È doveroso da parte delle istituzioni ricordare ed onorare la memoria di quanti hanno dato la propria vita al servizio della verità».

Il sindaco ha aggiunto: «Abbiamo già individuato alcune strade cittadine da intitolare alla memoria dei giornalisti da lei indicati ed abbiamo avviato l’iter procedurale previsto dal nostro regolamento toponomastica. Auspichiamo di poter al più presto procedere alla giusta intitolazione delle relative strade al fine di rendere visibile la gratitudine della Città di Crotone per il loro sacrificio». (giornalistitalia.it)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close