“Con i bambini morti nel Mediterraneo muore il futuro”

migranti morti in mare

ROMA – “Tanti bambini riescono ad arrivare e tanti no”. Sono le parole che papa Francesco ha rivolto ai ragazzi dell’Azione Cattolica (ACR), incontrati nell’udienza di oggi, dopo aver ricordato di aver salutato, ieri mattina, un bambino nato su un barcone al largo di Lampedusa e sbarcato sulle nostre coste. “Sono parole che  aiutano a tenere vivo un dramma di oltre 700 minori morti nel Mediterraneo, a cui anche ieri se ne sono aggiunti altri due: un dramma che continua nell’indifferenza”, commenta Mons. Gian Carlo Perego, direttore generale della Fondazione Migrantes. “In un’Italia e in un’Europa sempre più fatte di anziani, che muore ogni giorno, lasciar morire dei bambini nel Mediterraneo significa lasciar morire il nostro futuro. Non c’è sviluppo senza l’accoglienza”. (Redattore Sociale)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close