Con “Folilà” su Radio Frequenza Appennino i richiedenti asilo diventano dj

BOLOGNASi chiama “Folilà”, parola che in lingua africana Bambarà significa “suonatori di tamburo”. Ed è la trasmissione radiofonica di Radio Frequenza Appennino– web radio con sede a Marzabotto – che dà spazio ai richiedenti asilo ospiti delle strutture di accoglienza del distretto di Porretta Terme. Ogni settimana, in collaborazione con le cooperative Lai-momo e Abantu di Sasso Marconi, su Radio Frequenza Appennino va in onda un’ora di world music scelta, spiegata, gustata e ballata da ragazzi provenienti dall’Africa subsahariana (Mali, Benin, Costa d’Avorio, Senegal), dal Bangladesh e dal Pakistan, accolti in appartamenti a Marzabotto, Monzuno, Vergato e Castel d’Aiano gestiti dalla cooperativa Lai-momo per conto della Prefettura di Bologna (in totale sono una trentina i ragazzi accolti). “In onda non parlano del loro viaggio, delle tragedie che si sono lasciati alle spalle, delle difficoltà di arrivare in Italia – raccontano dalla cooperativa – ‘Folilà’ è un momento di gioia, di positività, in cui la musica fa da legame tra italiani e stranieri”.

“Abbiamo proposto il progetto ai ragazzi della radio, sempre molto attenti alle tematiche sociali e ai diritti, e a loro è piaciuto, lo sentivano nelle loro corde”, spiega Tullia Benati, operatrice dell’accoglienza di Lai-momo. È nata così “Folilà”, 12 appuntamenti settimanali (registrati) di un’ora ciascuno in cui i richiedenti asilo, 3 per ogni puntata, condividono con gli ascoltatori le musiche tradizionali dei loro Paesi, le canzoni che piacciono loro. “Le scegliamo insieme, ascoltandole dal cellulare – spiega Tullia – e scriviamo su un foglio di cosa parlano in modo che i ragazzi lo possano leggere in radio per presentare i brani agli ascoltatori”. Tutti gli ospiti stanno imparando l’italiano, “i corsi nei Cpia occupano la maggior parte del loro tempo”, e stanno svolgendo qualche esperienza di volontariato con i Comuni in cui sono accolti. “Per loro è una sfida parlare in italiano in radio, ma sicuramente è un’opportunità per migliorare la padronanza della lingua”.

Grazie alla trasmissione, i giovani richiedenti asilo hanno potuto conoscere i ragazzi della radio e imparare alcune tecniche radiofoniche di base. “Uno di loro sarà presente a ogni puntata perché sta imparando insieme ai registi a usare il software per realizzare la trasmissione e mandarla in onda – continua Tullia – Ci piacerebbe che fosse lui a fare da regia nelle ultime due puntate”. La trasmissione va in onda il mercoledì alle 11 e in replica il sabato alla stessa ora (il podcast si può scaricare dal sito della radio). In totale i ragazzi scelgono 9 brani, mentre il decimo viene proposto all’interno dello “Spazio contaminazioni” dagli ascoltatori.

Radio Frequenza Appennino è una web radio gestita dall’associazione omonima formata da un gruppo di giovani accomunati dalla passione per la radio e per il proprio territorio. “Siamo nati nel 2009 quando le web radio erano un terreno fertile e innovativo – scrivono sul loro sito – Insieme siamo cresciuti spaziando per contenuti e programmazione musicale, ma sempre animati dalla curiosità per ciò che è nuovo e sostenuti dalla passione che ci ha resi punto di incontro tra le differenti sfaccettature dell’Appennino bolognese”. Dal 2015 sono diventati associazione: “Per noi la radio è il mezzo di comunicazione che consente di miscelare ed esaltare le differenze”. (Agenzia Redattore Sociale)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close