Callipo: “la malapolitica calabrese ha favorito lo sviluppo della ‘Ndrangheta”

VIBO VALENTIA – Dopo le dichiarazioni del sostituto procuratore generale di Catazaro, Salvatore Dolce, che nel corso della cerimonia di premiazione del Premio Borsellino, a Pescara, aveva detto che la classe politica calabrese non era seriamente impegnata nella lotta alla ‘Ndrangheta, anche l’imprenditore calabrese Pippo Callipo è intervuto sul tema. Lo fa fatto dal suo profilo Facebook sul quale ha scritto: “Sono pienamente d’accordo con il pg di Catanzaro, Dolce. Io lo denuncio da diversi anni e aggiungo che la malapolitica calabrese ha favorito lo sviluppo della ‘ndrangheta e soprattutto della mafia con la penna (la burocrazia) in Calabria. A beneficio di “prenditori” che poi redistribuiscono i guadagni illeciti. Sarebbe ora che i Calabresi prendessero coscenza di tutto ciò è pensassero ad una vera rivoluzione”.

Redazione

Pippo Callipo, a capo di un gruppo di aziende che si occupa della produzione e commercializzazione di tonno e altri prodotti ittici, è stato candidato per la Presidenza della Regione Calabria alle elezioni regionali del 2010 con l’ appoggio di più di diverse associazioni espressione della società civile, dell’Italia dei Valori e della lista Pannella-Bonino, ottenendo il 10,02 % con oltre 100.000 voti ricevuti.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close