Apocalypse Now Redux, le scene aggiunte 21 anni dopo da Francis Ford Coppola

apocalypse now redux scene

Apocalypse Now Redux è la versione allungata con scene inedite e restaurata, datata 2001 del capolavoro di Francis Ford Coppola uscito nelle sale nel 1979. Iris lo ripropone domenica 24 maggio in prima serata, ma in cosa si differenzia dal primo film?

Apocalypse Now Redux, trama

Apocalypse Now è considerato unanimemente uno dei capolavori della cinematografia mondiale. Racconta la guerra in Vietnam, e vanta un cast che comprende Marlon Brando (nei panni del colonnello Walter E. Kurtz), Martin Sheen (Capitano Benjamin L. Willard) e Robert Duvall (il gelido tenente colonnello Bill Kilgore).

LEGGI ANCHE–>> A LONELY PLACE TO DIE, TRAMA E CAST DEL FILM

La trama, anche per chi non conosce il film, è ampiamente nota e resta essenzialmente la stessa in Apocalypse Now Redux. Il colonello dell’esercito americano, Kurtz combatte in Vietnam ma sconfina in Cambogia, per combattere una crudele guerra personale.

Un elemento da eliminare e la difficile missione viene affidata al capitano Willard, che si avventura nella terra in cui sta operando il pericoloso militare. Il viaggio non sarà facile: insidie e orrori caratterizzeranno la missione.

Apocalypse Now Redux, le scene aggiunte

Ma 21 anni dopo Francis Ford Coppola rimette mano al film che vinse la Palma d’oro al Festival di Cannes e si aggiudicò due premi Oscar, quello per la miglior fotografia e quello per il miglior sonoro.

Il regista aggiunge alcune scene che inizialmente, per la versione del ’79 vennero eliminate allungando il film di ben 47 minuti. Tra queste, quella in cui il capitano Willard –  dopo che Kilgore pronuncia la famosa frase sull’odore del napalm – ruba la tavola da surf preferita dal comandante e si allontana di gran carriera insieme al suo plotone.

C’è poi l’incontro passionale tra due militari e le conigliette di Playboy che porterà alla scoperta del cadavere di un soldato a pochi metri dal luogo in cui i giovani stavano consumando.

Ma la parte più lunga, è certamente quella in cui Willard arriva in un avamposto francese in Cambogia. Qui vive la famiglia De Marais che esprimerà il proprio parere sul colonialismo europeo in Indocina tra gli anni ’50 e ’60. Qui, inoltre, Willard trascorrerà la notte con una affascinante vedova.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close