Anche l’I.C. Don Milani di Lamezia Terme in “Marcia per la pace”

 Tutti gli alunni della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo Don Milani di Lamezia Terme guidato dal dirigente scolastico Genesio Modesti, accompagnati dai docenti e da molti genitori, sono andati in “Marcia per la pace” invadendo il corso della città con un corteo colorato, pieno di bandiere e di cartelli con messaggi di pace per gridare il loro “NO” a tutte le guerre nel mondo.

Tutti i docenti dell’I. C. Don Milani, da sempre sensibili all’insegnamento del priore di Barbiana, hanno preparato gli alunni in questo percorso di consapevolezza. Nel suo messaggio di ringraziamento rivolto ai presenti, la collaboratrice del dirigente scolastico Giulia Costanzo ha, infatti, ribadito l’importanza che riveste la scuola – luogo in cui si costruisce il futuro delle nuove generazioni – nell’accendere una fiammella di speranza “Il messaggio che oggi vogliamo lanciare con i nostri cartelloni, le nostre bandiere è che la guerra non si combatte con la guerra. È il momento non di armare ma di disarmare il mondo perché la guerra si può vincere consegnando a chi verrà dopo un pianeta in cui fioriscono pace, uguaglianza e giustizia”.

 

“Voglio una terra senza soldati / senza più guerre / né campi minati” è stato uno dei tanti slogan urlato dai più piccoli. Gli alunni della scuola secondaria di I grado hanno, invece, intonato canzoni contro la guerra attingendo al repertorio italiano classico: La guerra di Piero di De Andrè, C’era un ragazzo di Gianni Morandi, Viva la libertà di Jovanotti e letto, ad alta voce, pensieri in libertà “Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano ma se non lo facessimo, l’oceano avrebbe una goccia in meno”.

Molto sentito anche l’intervento della presidente del Consiglio d’Istituto, dr.ssa Annita Vitale la quale ha affermato che la pace deve essere intesa come “cultura della pace” declinata in tutte le sue accezioni e che la terribile guerra scoppiata in Ucraina non deve far dimenticare tutte le altre guerre più silenziose che insanguinano il mondo ma che purtroppo non godono della stessa visibilità mediatica.

In chiusura di manifestazione, Don Giacomo Panizza ha voluto ringraziare tutti gli alunni dell’I.C. Don Milani per il per il loro impegno e il messaggio che sono stati in grado di trasmettere. “Fate scoppiare la pace perché è la pace che dà la felicità!” e ha ricordato una poesia della sua infanzia, La luna di Kiev di Gianni Rodari, che è un appello all’unione e alla solidarietà tra gli uomini.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close