300mila vittime di pedofilia nella Chiesa francese, Papa Francesco: “Vergogna”

foto da pixabay.com

“Questo è il momento della vergogna”. Così Papa Francesco nel corso dell’udienza generale, in merito al rapporto sugli abusi sessuali avvenuti dal 1950 a oggi nella Chiesa francese e da cui, aggiunge, “risultano, purtroppo, numeri considerevoli”. Secondo il ‘rapporto Sauvé’, le vittime di pedofilia sarebbero oltre 300mila, con abusi compiuti sia da sacerdoti che da personale laico della Chiesa d’Oltralpe.

“Desidero esprimere alle vittime la mia tristezza e il mio dolore per i traumi che hanno subito – dichiara Bergoglio – e anche la mia vergogna, la nostra vergogna, la mia vergogna per la troppo lunga incapacità della Chiesa di metterli al centro delle sue preoccupazioni, assicurando loro la mia preghiera. E prego, preghiamo insieme tutti, a te Signore la gloria, a noi la vergogna: questo è il momento della vergogna”.

Il pontefice prosegue: “Incoraggio i vescovi, i superiori religiosi e voi cari fratelli a condividere questo momento e continuare a compiere tutti gli sforzi affinché drammi simili non si ripetano. Esprimo ai sacerdoti di Francia vicinanza e paterno sostegno davanti a questa prova che è dura, ma è salutare. Invito i cattolici francesi ad assumere le loro responsabilità per garantire che la Chiesa sia una casa sicura per tutti“. (Agenzia DIRE)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informativa estesa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close