Valerio Mastandrea: carriera e vita privata

Valerio Mastrandrea Valerio Mastrandrea - foto @Instagram

Valerio Mastandrea è un noto attore italiano, divenuto famoso grazie alla sua partecipazione ad alcune puntata del Maurizio Costanzo Show e di Quelli che…il calcio.

Valerio Mastandrea: carriera

Valerio Mastandrea debutta nel 1993 in teatro per poi approdare l’anno successivo al cinema con Ladri di cinema. Due anni dopo viene diretto da Cludio Fragasso nel film Palermo Milano – Solo andata e da Davide Ferrario in Tutti giù per terra del regista. Torna al teatro tra il 1998 e il 1999 per interpretare il protagonista di Rugantino.

Nel 2007 è protagonista del film Non pensarci, mentre nel 2009 torna a ricoprire lo stesso ruolo nel serial tratto dal film, in onda sul canale satellitare Fox. Nel 2010 Paolo Virzì lo sceglie per La prima cosa bella, e sempre nello stesso anno esce nelle sale italiane il musical di Rob Marshall Nine, produzione hollywoodiana con Daniel Day-Lewis, Nicole Kidman e Penélope Cruz, nella quale recita nel ruolo di De Rossi.

Nel 2011 ha recitato nei film Cose dell’altro mondo e Ruggine. Nel 2013 è nel cast di Gli equilibristi e di Viva la libertà, mentre nel 2014 esce postumo l’ultimo film di Carlo Mazzacurati, La sedia della felicità, in cui l’attore recita al fianco di Isabella Ragonese e nel 2016 recita in La felicità è un sistema complesso.

Nel 2018 ottiene un grande successo di critica e di pubblico interpretando il protagonista de La Linea verticale una serie televisiva italiana prodotta da Rai Fiction e Wildside, che è stata interamente pubblicata sulla piattaforma Rai Play il 6 gennaio 2018 ed è andata in onda dal 13 gennaio al 10 febbraio 2018 su Rai 3. Nella serie, l’attore interpreta un uomo che scopre di avere un tumore. La serie, composta da 8 puntate è basata sull’omonimo libro scritto da Mattia Torre.

Curiosità: Valerio Mastandrea fa parte del comitato scientifico della Scuola d’arte cinematografica Gian Maria Volonté; nel 2010 firma, insieme a Francesco Abate, il romanzo Chiedo scusa (Einaudi), con lo pseudonimo di Saverio Mastrofrancoun grande tifoso della Roma; nel 2013 Mastandrea ha scritto insieme a Zerocalcare la sceneggiatura per il film live La profezia dell’armadillo, tratto dall’omonimo fumetto dello stesso Zerocalcare.

L’attore è stato candidato dieci volte ai David di Donatello, vincendo per quattro volte il premio rispettivamente per i film La prima cosa bellaGli equilibristiViva la libertà e Fiore. Altri suoi film importanti sono N – Io e NapoleoneTutta la vita davantiUn giorno perfettoRomanzo di una strage e Perfetti sconosciuti.

Valerio Mastandrea: vita privata

Valerio Marco Massimo Maria Mastandrea è il nome completo dell’attore Valerio Mastandrea, nato a Roma il 14 settembre 1972.

Sentimentalmente è stato legato all’attrice Paola Cortellesi ed è stato sposato con Valentina Avenia, dalla quale nel 2010 ha avuto un figlio, Giordano. Dal 2018 è leagato a Chiara Martegiani.