Migranti, Gratteri: “Sì a polizia giudiziaria su navi Ong”

gratteri

“Non conosco le indagini in Sicilia, ma i contatti tra Ong e trafficanti ci sono stati”. Lo afferma il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri, intervistato dal ‘Fatto quotidiano’.

“Il mio collega di Catania Zuccaro – continua Gratteri – lo aveva detto molto tempo prima ed e’ stato aggredito perché ha detto che il re e’ nudo. Naturalmente non dobbiamo generalizzare, ma chi lo ha attaccato allora ora dovrebbe dire: mi sono sbagliato. E scusarsi con lui”.

Secondo Gratteri, “se vogliamo capire cosa accade a bordo delle navi, è doveroso che l’Italia chieda alle Ong di far salire a bordo ufficiali di polizia giudiziaria. Servono a capire chi contattano, con chi si relazionano, cosa accade davvero in occasione degli interventi. Del resto – osserva Gratteri – se non hanno nulla da nascondere non vedo perché non debbano aderire”.

COPIA SNIPPET DI CODICE