Legambiente, anche in Calabria volontari ripuliscono spiagge e fondali

legambiente

Sono state ben 200 le spiagge in Italia e nel Mediterraneo che in questo week-end (25-27 maggio) sono state ripulite dai volontari Legambiente. In Calabria diverse le località di mare che hanno visto la partecipazione dei Circoli locali per l’edizione 2018 di “Spiagge e fondali puliti”. L’appuntamento come sempre è stato anche occasione per coinvolgere le comunità locali e discutere di buone pratiche. In molte località sono state inoltre realizzate attività di educazione ambientale e animazione rivolte ai bambini.

In Calabria per la prima volta “Spiagge e Fondali puliti” ha approdato a Mandatoriccio, sullo jonio cosentino, con il Circolo Legambiente Nicà di Scala Coeli, in cui si è parlato anche dei temi della pesca e dei fondi Feamp e dove i volontari hanno raccolto e differenziato rifiuti di ogni genere; la plastica il rifiuto maggiormente trovato, ma non è mancato vetro, tessuti e metallo.

Il Circolo di Roccella Jonica che si è dedicato alla pulizia del lungomare di Roccella e delle spiagge di Caulonia. Anche sul Tirreno grande fermento da Paola a Santa Maria del Cedro. A Paola si è parlato di pesca e del problema dell’erosione costiera ed alle politiche sbagliate in merito ai ripascimenti meccanici degli arenili senza un attento studio delle correnti marine e delle modifiche della linea di costa. In particolare Santa Maria del Cedro ha visto la partecipazione di tantissimi studenti che coordinati dal Circolo di Belvedere Marittimo hanno pulito la spiaggia differenziando 6 buste di plastica, 1 di carta, 2 di indifferenziata e 3 di pneumatici. I ragazzi sono stati coinvolti nella presentazione del libro Terra pianeta inquieto di Fino Ticli finalista di “Un libro per l’ambiente”. Importante anche l’intervento del Circolo di Petilia Policastro che ha ripulito le dune di Sovereto – zona SIC – nel Comune di Isola Capo Rizzuto che nella scorsa estate ha subito diversi incendi nelle pinete. Bello il doppio impegno del circolo di Stalettì a Caminia (la spiaggia più bella votata nell’ambito della collaborazione con Sammontana) e Copanello. Altri appuntamenti si sono susseguiti nella giornata di lunedì nel Vibonese da parte dei circoli locali.

In concomitanza con l’iniziativa di pulizia Legambiente ha presentato l’indagine “Beach Litter 2018” dalla quale è emersa una media di 620 rifiuti ogni 100 metri lineari di spiaggia su 78 località monitorate. A farla da padrona è ancora la plastica (80% del totale). (Comunicato Stampa)

 

COPIA SNIPPET DI CODICE