La Calabria continua a bruciare

incendi

Prosegue senza interruzioni l’emergenza incendi in Calabria.

Nella giornata di oggi, il personale di Calabria Verde è stato particolarmente impegnato in Sila.

Due i punti critici: il fronte di Fago del Soldato, nei comuni di Rose e Celico, dove hanno operato per tutto il giorno due canadair ed un elicottero dell’azienda ed il fronte di Longobucco sul quale, dopo l’intervento in prima persona del Presidente della Regione Mario Oliverio, sono stati concessi dal Coau di Roma due canadair ed un elicottero Ericson, cui è stato affiancato per le piccole bonifiche un secondo elicottero aziendale.

Finalmente si è registrato un blocco dei fronti del fuoco.

Se si proseguirà in questo modo, nel volgere di alcune ore, grazie anche all’operato a terra di pìù di trecento uomini dei Vigili del Fuoco e di Calabria Verde, impegnati in operazioni di bonifica, si dovrebbero chiudere sia l’incendio di Longobucco, che di Rose.

Da domani saranno aggrediti i vicini incendi di Acri e Cava di Melis sui quali, sino a questo momento, è stata, per cause di forza maggiore, posta in essere un’azione di contenimento.

Sono da segnalare, sempre per la giornata di oggi, che ha visto attivi 50 incendi, i fuochi di Platania e Pentone per la Provincia di Catanzaro, quelli di Scilla, Oppido Mamertina e Seminara per la Provincia di Reggio Calabria, nonché quelli di Rocca del Greco, Motta Apollone, Mormanno e Morano Calabro per la Provincia di Cosenza.

Nel primo pomeriggio, il Presidente della Regione Mario Oliverio, messo al corrente di alcuni incidenti stradali in cui sono incorsi dipendenti dell’Azienda Calabria Verde durante l’orario di lavoro, ha inteso esprimere il più sentito ringraziamento a tutto il personale che, in questo momento, sta operando e gli auguri di pronta guarigione al DOS Nello Stranges di Reggio Calabria. (Comunicato Stampa)

COPIA SNIPPET DI CODICE