Jonny, Leonardo Sacco resta in carcere

sacco

CROTONE – Resta in carcere Leonardo Sacco. Il Tribunale del riesame – davanti al quale era comparso nei giorni scorsi – ha infatti rigettato la richiesta di scarcerazione che era stata avanzata dagli avvocati Francesco Verri e Giancarlo Pittelli.

Sacco è stato arrestato il 15 maggio scorso nell’ambito dell’operazione Jonny con l’accusa di aver distratto parte delle somme destinate all’accoglienza dei migranti dirottandole verso i clan: su 103 milioni di euro di fondi Ue, che lo Stato ha girato dal 2006 al 2015 per la gestione del centro dei richiedenti asilo di Crotone gestito dalla Misericordia di isola di Capo Rizzuto di cui era governatore, 36 sarebbero finiti alla cosca degli Arena.

Secondo gli inquirenti, è stato proprio grazie all’ex governatore, che la cosca Arena sarebbe riuscita a mettere le mani sul business dell’accoglienza.

In carcere è finito anche il parroco di Isola di Capo Rizzuto, don Edoardo Scordio, che comparirà davanti al Tribunale del riesame il prossimo 22 giugno. (F.C.)

 

COPIA SNIPPET DI CODICE