Ius Soli, Zanda: “Non c’è maggioranza”

riforma terzo settore

Lo ius soli “rimane per noi un obbiettivo prioritario ed essenziale, ma come ho detto in capigruppo le leggi per essere approvate hanno bisogno di una maggioranza e in questo momento la maggioranza non c’e'”. Cosi’ il presidente dei senatori del Pd, Luigi Zanda, al termine della conferenza dei capigruppo di palazzo Madama che non ha calendarizzato il ddl approvato alla Camera.

Roma – Zanda spiega che lo ius soli “e’ stato portato in capigruppo prima delle ferie” dal Pd, ma ora “anche i gruppi che hanno votato alla Camera lo ius soli in questo momento non mostrano di volerlo votare al Senato. Io- prosegue- confido che il lavoro politico che si puo’ fare nei prossimi giorni e nelle prossima settimane possa portarci a una soluzione positiva del problema”.

Il presidente del gruppo al Senato insiste sul fatto che “noi non vogliamo solo dire che vogliamo lo ius soli, noi lo vogliamo approvare e per questo e’ necessario ci siano i voti. (DIRE)

COPIA SNIPPET DI CODICE