Gratteri: “I calabresi non sono omertosi, continuate a denunciare”

Sono 166 le organizzazioni criminali in Calabria che contano oltre 4000 affiliati dei quali 2000 si trovano nel distretto di Catanzaro. E’ quanto emerge  dal presidente della Corte d’appello di Catanzaro Domenico Introcaso durante la cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario. Una ‘ndrangheta “tentacolare”, ha detto – come riporta l’Ansa –  il presidente della Corte d’Appello di Reggio Calabria Luciano Gerardis,

All’evento c’era anche il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri, che ha detto: “Ormai da due anni e mezzo ho istituito un ufficio dove tutte le parti offese, i vessati, usurati, estorti, possono venire a incontrarmi: ricevo tutti, almeno una volta a settimana, ci sono almeno trecento persone che arrivano, ma io ricevo tutti. Questa apertura è fondamentale, perché dà grande fiducia alla gente, che ha bisogno di parlare“.

Gratteri ha poi aggiunto: “I calabresi non sono omertosi: non sanno con chi parlare ma non sono omertosi. Continuate a denunciare e a venire a trovarci, perché se nessuno bussa alla porta di un procuratore o di un sostituto vuole dire che non siamo credibili. Se la gente ci cerca, vuol dire che quanto meno spera di poter risolvere il suo dramma, che per noi può essere magari piccolo ma per loro è la vita“.