Crotone, al giovane campione Ayoub Idam la cittadinanza simbolica. Pugliese: “E’ già crotonese”

Scipione Pacenza e Ayoub Idam (foto Fidal) Scipione Pacenza e Ayoub Idam (foto Fidal)

CROTONE – “Nel fare i più sinceri complimenti al giovanissimo atleta Ayoub Idam, neo campione italiano allievi nei 3000 metri, nell’interpretare il sentimento di gratitudine della intera comunità cittadina, ritengo che sia giusto, in attesa che le normative gli consentano di diventare cittadino italiano, di concedere al ragazzo che vive a Crotone, che è crotonese ed oggi veste la maglia di campione tricolore, la cittadinanza simbolica prevista dal regolamento che il Comune di Crotone ha adottato”. E’ quanto scrive il sindaco di Crotone, Ugo Pugliese, all’indomani del conseguimento del titolo di Campione d’Italia sui 3000 metri ai campionati italiani Allievi di atletica di Rieti, da parte del giovane atleta di origini marocchine che vive a Crotone.

“Aderendo ad un desiderio dell’atleta, che ha dichiarato che al compimento del diciottesimo anno di età chiederà la cittadinanza italiana, ritengo giusto – sottolinea Pugliese – che gli sia riconosciuta fino da subito la sua italianità e la sua crotonesità che orgogliosamente ha portato alla ribalta nazionale con una prestazione sportiva di grandissimo livello, che ha dato prestigio alla città di Crotone”.

Il sindaco spiega che “Crotone è città dell’accoglienza. Ha da tempo adottato un regolamento per la concessione di cittadinanza simbolica a minori nati da genitori stranieri che vivono nella nostra città. Ayoub vive in un quartiere popolare della città, va a scuola nella nostra città, corre con i colori della nostra città ed oggi è campione tricolore. E’ già crotonese a tutti gli effetti”.

“Sarà un piacere – conclude il primo cittadino – conferirgli, in una apposita cerimonia che si terrà nella Sala Consiliare, l’attestato di cittadinanza simbolica ai sensi del Regolamento Comunale. Vogliamo dirgli grazie in questo modo ed augurargli ancora maggiori successi per il futuro. Così come ringraziamo, e lo faremo anche ufficialmente nel corso della cerimonia, il suo tecnico Scipione Pacenza che ha dedicato la sua vita all’atletica, allo sport ed alla crescita non solo sportiva di tanti ragazzi della città”.

COPIA SNIPPET DI CODICE